Tre anni fa Moriva Tomas Milian

0
2000
tomas milian

Tomas Milian è stato un attore di film cult “poliziotteschi”, conosciuto come “Er Monnezza” (Rocco Miglionico), un idraulico truffaldino dei sobborghi romani, ma noto anche come maresciallo (prima), poi ispettore, Nico Giraldi, con l’inseparabile Bombolo.

Tomas Milian è lo pseudonimo di Tomás Quintín Rodríguez, nato a L’Avana il 3 marzo del ’33, figlio di un generale del regime di Gerardo Machado, poi arrestato in seguito al colpo di Stato di Fulgencio Batista. Il 31 dicembre 1946 Tomás, a soli 13 anni, assistette al suicidio del padre. 11 anni dopo, nel 1957, lasciò Cuba per gli Stati Uniti, dove ottenne la cittadinanza. Qui dapprima si iscrisse all’Università dell’Accademia Teatrale di Miami e poi si trasferì a New York, dove frequentò l’Actors Studio.

tomas milian

Nel 1959 è stato naturalizzato italiano, ed è l’anno in cui iniziò a lavorare in Italia nei vari film. Il suo grande successo è dovuto anche al suo grande doppiatore Ferruccio Amendola. Voce inconfondibile ed azzeccatissima per il personaggio.

Tra il 1960 ed il 1966, prima di approdare al cinema popolare, ebbe dei ruoli in pellicole “impegnate”, ma il successo che riscosse fu veramente poco e, sentendosi insoddisfatto di ciò che stava facendo, decise di non rinnovare il contratto. Questo fu il momento che lo consacrò al cinema italiano.

Tomas Milian: Fascino e sguaiataggine in un unico uomo

tomas milian

Sguardo languido “impreziosito” da un velo di kajal, capelli folti e ricci, barba apparentemente incolta ma ben curata. Ovviamente sto parlando del periodo che lo ha reso più noto in Italia, di quello che ha fatto scalpitare i cuori delle sue fan.
Nico Giraldi ed “Er Monnezza” sono due personaggi cult indimenticabili. Personaggi a cui piacevano le donne, schietti, veraci, dalla parolaccia facile e dalla battuta dissacrante sempre pronta.
Con il “povero” Franco Lechner, conosciuto come Bombolo/Venticello, hanno formato una grande squadra, un duo comico perfetto, il clown bianco ed il clown rosso, due facce della comicità che rendevano leggeri i vari film.
“Delitto al Ristorante Cinese” “Delitto sull’autostrada” “Delitto a Porta Romana”, “Il trucido e lo sbirro”: non solo situazioni esilaranti ed inseguimenti mozzafiato, ma anche una finestra su una Roma ed un’Italia che non ci sono più, più serene, più semplici, dalla quale affacciarsi con un pò di nostalgia.

Curiosità

  • Tomàs è nato il 3/3/33 alle 3:33 di notte;
  • Nonostante nei film fosse un amante delle donne, nella realtà si sposò soltanto con una donna, con la quale restò fino alla sua morte;
  • In alcuni film ha prestato la sua voce al doppiaggio, anche per il suo accento che si prestava molto bene
  • Tomas Milian ha raccontato che al funerale di Bombolo, avvenuto il 24 agosto 1987, si nascose dietro una colonna affinché nessuno lo notasse e quando il feretro passò davanti a lui, gli diede un affettuoso buffetto, in ricordo di tutti gli schiaffoni che, nei panni dell’ispettore Nico Giraldi, aveva rifilato all’attore romano.
Commenti