The Falcon and The Winter Soldier: bisogno di verità

Recensione del quinto episodio della serie targata Disney+ con protagonisti Anthony Mackie e Sebastian Stan

0
653
The Falcon and the

Tutti devono prendersi le proprie responsabilità. E’ questo il messaggio che la quinta puntata di The Falcon and The Winter Soldier vuole trasmettere. Dopo l’ incredibile cliffhanger di fine quarto episodio, la narrazione riparte a bomba con i protagonisti che devono cercare di rimettere insieme le proprie vite e affrontare le conseguenze delle proprie azioni. Tante sono le sorprese e le sottotrame che vengono portate avanti svelandoci qualcosa in più sulla questione Zemo e sui veri piani dei Flag Smasher. L’ eredità di Steve Rogers e l’ importanza di essere un simbolo diventano il vero cardine dell’episodio. Questo mette in luce la vera natura politica della serie. Tutte le carte sono state messe sul tavolo e ora non ci resta che aspettare un finale di stagione che si preannuncia essere scoppiettante.

Come ogni settimana, vi lasciamo con un AVVERTIMENTO SPOILER.

John Walker è il simbolo dell’ America moderna?

John Walker è l’emblema della degenerazione del potere. Già negli ultimi minuti della quarta puntata di The Falcon and The Winter Soldier vediamo quanto il personaggio di volta in volta stia cedendo al suo lato oscuro. Dopo aver ucciso un innocente e essersi scontrato con Sam e Bucky, l’ uomo è costretto a presentarsi dinanzi alla corte disciplinare che lo solleva da ogni suo incarico. Se all’ inizio il pubblico aveva provato ad empatizzare con il personaggio e la sua voglia di fare del suo meglio nel vestire i panni di Cap, con il passare delle puntate questo sentimento è completamente scomparso.

The Falcon and The Winter Soldier
Wyatt Russell (John Walker) in una scena dell’episodio

John Walker è un uomo instabile che si è formato attraverso la guerra. E’ un’ arma creata dallo stesso governo degli Stati Uniti e in questo episodio, finalmente, sembra rendersene conto almeno in minima parte. La morte del suo partner, è l’evento che ha fatto rivelare la sua vera essenza. Un uomo instabile che non ha la forza di sostenere le responsabilità che gli sono state affidate. L’ entrata in campo della Contessa Valentina Allegra de la Fontaine (interpretata dalla grande Julia Louis-Dreyfus) apre le porte a molte possibilità che potrebbero coinvolgere la stessa Hydra.

The Falcon and The Winter Soldier: la società è pronta?

Nella seconda puntata abbiamo visto Bucky e Sam interfacciarsi per la prima volta con Isaiah Bradley, uno dei primi supersoldati della storia. La sua storia tragica di uomo di colore sfruttato dal governo per esperimenti sul siero è probabilmente uno degli elementi drammatici più riusciti della stagione. Il suo personaggio collega violentemente le vicende raccontate nella serie alla realtà odierna. In questo quinto episodio Sam (questa volta da solo) si ripresenta da Isaiah cercando di capire qualcosa in più sulla sua storia.

The Falcon and The Winter Soldier
Carl Lumbly (Isaiah Bradley) in una scena della serie

L’uomo, faceva parte di un battaglione che il governo americano utilizzò come cave per esperimenti. Isaiah fu uno dei pochi a sopravvivere, dopo aver salvato i suoi uomini da morte certa. Il racconto della sua storia di vita è un modo per Sam di prendere coscienza della società in cui vive, ma anche per mostrare al pubblico quanto le cose, in 500 anni di storia, non siano cambiate. La popolazione afroamericana continua ad essere violata, non rappresentata e continuamente abusata. Le interpretazioni Carl Lumbly e Anthony Mackie hanno dato il giusto apporto emotivo a un dialogo complesso e d’ impatto che sicuramente avrà delle conseguenze.

Sam e Bucky: un confronto emotivo necessario

Probabilmente questo episodio di The Falcon and The Winter Soldier è quello che porta ad un totale cambio di rotta nel rapporto tra Sam e Bucky. Nel corso della storia abbiamo visto come entrambi siano legati da una dinamica molto complesso. Nel corso della puntata vediamo chiaramente come, dalla prima volta che li abbiamo visti insieme nella serie, ci sia stata una sostanziale evoluzione. Iniziano ad aprirsi l’ uno l’altro parlando e confrontandosi sulle loro preoccupazioni e sul pesante retaggio dello scudo.

Un momento di vera comunicazione che mette in luce la vera essenza di entrambi i personaggi, in uno slancio di fiducia verso l’altro. Un’ apertura totale che passa da eventi che, in un modo o nell’altro hanno cambiato entrambi (il confronto con Zemo per Bucky e la storia di Isaiah per Sam). E’ un evoluzione lenta di un rapporto di collaborazione cominciato con Civil War che mano mano si sta trasformando in un’amicizia che avrà un ruolo fondamentale nella costruzione del futuro di entrambi nell’ MCU.

Anthony Mackie (Sam Wilson) e Sebastian Stan (Bucky Barnes) in una scena dell’episodio

I piani dei Flag Smasher

Il quinto episodio di The Falcon and The Winter Soldier si dirama in dimensioni sempre diverse, dandoci indizi fondamentali per ciò che succederà nell’ ultima puntata. Oltre ad esserci finalmente svelato il vero piano dei Flag Smasher, ci viene mostrato anche qualche dettagli in più riguardo Sharon. La donna continua a rivelarsi un personaggio molto ambiguo sotto diversi punti di vista. La vera forza della puntata però risulta essere il vasto approfondimento psicologico dato, in particolare, al personaggio di Sam. Una crescita emotiva continua che culmina nella bella scena dell’allenamento e della definitiva presa di coscienza delle proprie capacità. Un episodio che mette in mostra la maturazione sia di Bucky che di Sam, mostrando quando possano fare forza l’ uno sull’altro, finalmente decidendo da che parte stare.


The Falcon and The Winter Soldier: la fine di un simbolo


The Falcon and The Winter Soldier: dove guardarla?

I primi 5 episodi di The Falcon and The Winter Soldier sono disponibili su Disney+.

Commenti