Riunione del cast di Harry Potter: alohomora!

"After all this time, always". Diciannove anni di magia meritano di essere celebrati, ecco perché il cast di Harry Potter si è riunito su Veeps.

0
1690
riunione del cast di Harry

“Alohomora!” esclamavano i maghi di Hogwarts per spalancare porte e portoni. Sono passati diciannove anni da quando Harry Potter ha preso per la prima volta il treno a vapore dal binario nove e tre quarti. Diciannove anni fa il mago più famoso al mondo si dirigeva per la prima volta a Diagonalley, dove Olivander gli avrebbe fornito la sua prima bacchetta magica. “E’ la bacchetta a scegliere il mago, e non il mago a scegliere la bacchetta”, gli aveva confidato. Nulla di più vero. Quella lezione è servita anche a molti fans, per capire che non sempre si può essere artefici della propria vita. Si può però decidere quando chiudere, aprire o riaprire certi capitoli. E’ quello che hanno fatto i protagonisti della celebre saga. Hanno scagliato un “Alohomora” per riaprire i battenti della Scuola di Magia e Stregoneria di Hogwarts, indicendo una riunione del cast di Harry Potter.

Riunione de cast di Harry Potter: come si è svolta?

L’idea è nata dall’attore Tom Felton. Proprio lui, Draco Malfoy, uno degli antagonisti della storia, ha fatto sì che venisse indetta una riunione del cast di Harry Potter. Ieri, 15 novembre 2020, è ricorso il diciannovesimo anniversario del debutto del film. Non poteva dunque mancare una rimpatriata dei protagonisti. L’evento si è svolto sulla piattaforma Veeps. Non si è trattato di un avvenimento a porte chiuse. Numerosi fans hanno partecipato alla riunione del cast di Harry Potter, vivendo l’emozione di trovarsi di fronte agli eroi più magici del pianeta. All’appuntamento non sono mancati i protagonisti della serie: Emma Watson, Daniel Radcliffe e Rupert Grint. Tuttavia, anche altri personaggi hanno preso parte al magico ritorno. Tra questi raffigurano James e Oliver Phelps (i gemelli Weasley, Fred e George), Jason Isaacs (Lucius Malfoy), Bonnie Wright (Ginny Weasley), Alfred Enoch (Dean Thomas), Mark Williams (Arthur Weasley) e Evanna Lynch (Luna Lovegood).

Alla riunione del cast di Harry Potter non sono comunque mancati riferimenti ai personaggi assenti, soprattutto quelli che hanno lasciato questa Terra. Come Alan Rickman e Richard Harris, rispettivamente Piton e l’Albus Silente del primo film della saga. Lo stesso Tom Felton, organizzatore dell’evento, dichiara di essere rimasto molto legato agli attori della pellicola. Conferma che tra di loro si è formato un legame magico, forte e duraturo nel tempo. <<Ho visto i gemelli Weasley l’altro giorno, abbiamo giocato a golf. Parlo spesso con molti degli altri ragazzi su WhatsApp e sono rimasto in contatto con loro. È bello, e visto che il 14 Novembre sarà il 19esimo anniversario, sto organizzando una sorta di festeggiamento digitale. Cercherò di radunare tutti i vecchi amici di nuovo insieme per celebrare l’avvenimento>> Racconta Felton.

Dietro le quinte

Durante la riunione del cast di Harry Potter, sono emerse alcune chicche che hanno suscitato l’interesse del pubblico. Sempre Tom Felton dichiara di essere sempre stato il burlone del gruppo. <<Mi scappava da ridere sempre nei momenti più inappropriati. Nelle scene più tristi, come il funerale di Silente. Si trattava di un pezzo della storia particolarmente drammatico, eppure io in qualche modo lo trovavo divertente. Così mi veniva da ridere, e una volta che inizi a ridere è difficile fermarsi>> Racconta l’attore. Nel bel mezzo della riunione del cast di Harry Potter, è venuto fuori un altro elemento comune agli attori del film: la nostalgia. Tutti ricordano le riprese della pellicola come momenti realmente magici. Ecco perché, se già quest’evento può considerarsi speciale, il prossimo anno ci aspetterà un qualcosa di ancora più forte. Un vero e proprio incantesimo. <<Vent’anni sono tanti, e meriteranno una rievocazione in varie forme. La nostalgia prenderà il sopravvento, ma noi vogliamo ricordare Hogwarts come se fosse ancora casa nostra>> Racconta Daniel Radcliffe emozionato.

Commenti