Recensione senza spoiler quinta stagione di Lucifer

Recensione senza spoiler dei primi 8 episodi della quinta stagione di di Lucifer

0
2330

Il 21 agosto 2020, solo sei giorni fa, è uscita l’attesissima quinta stagione di Lucifer, ovvero l’angelico diavolo più adorabile di tutti i tempi. Una stagione composta da sedici episodi, in onda su Netflix in due tranche da otto. Noi tenteremo ora l’ardua impresa di fare la recensione dei primi episodi: senza troppi spoiler.

Recensione senza spoiler quinta stagione: cominciamo!

Lucifer, per chi ancora non la conoscesse, è una serie TV che per le prime tre stagioni, dal 2016 al 2018, nasce FOX. Approderà felicemente su Netflix, nel 2018, dove ora detiene il primato dei più scaricati in soli 5 giorni dall’uscita.

Gli ascolti sono andati ad alti e bassi, incluso un periodo nel 2019, fra la terza e la quarta stagione, in cui un collettivo di fans dai social ha lanciato appelli ai Lucifans di tutto il mondo affinché scaricassero più di un volta il contenuto dalla piattaforma, ovvero lo vedessero e rivedessero in continuazione, in modo da alzare la sua notorietà e indurre Netflix a continuare a produrlo.

Leggi i nostri altri articoli su Lucifer.

TRAMA DI LUCIFER

Un po’ di trama ci vuole, sia per i pochissimi che non hanno visto le prime quattro stagioni, che per la gioia dei fans nel risentirla. E questo anche in una recensione senza spoiler di questa quinta stagione.

Il protagonista è Lucifer Morningstar, ovvero Tom Ellis, il diavolo in persona.

View this post on Instagram

coming in red hot 🔥

A post shared by Lucifer (@lucifernetflix) on

Proprio lui, l’angelo caduto dal paradiso, a capo dell’inferno. Apparentemente uomo, di fatto un angelo, dal doppio volto, umano e demoniaco. Un figlio ribelle che ad un certo punto della sua esistenza si stufa di inferno, demoni e punizioni divine e decide di prendersi una vacanza a Los Angeles con il suo fidato demone Mazekeen, interpretata dalla fantastica Lesley-Ann Brandt, vera rivelazione della serie.

Lesley-Ann Brandt recensione senza spoiler quinta stagione
Lesly-Anne Brandt nel ruolo di Maze

Qui tra orge, festini e party, incontra Chloe una detective molto speciale, Lauren German, che si rivela essere l’unica a vederlo per quello che è e di cui, come da copione, si innamorerà nel corso delle serie.

Lucifer durante le stagioni vive molti alti e bassi nei quali cerca di capire se stesso, sbagliando, innamorandosi e anche andando in terapia dalla dott.ssa Linda Martina, Rachael Harris.

Un diavolo tremendamente umano che odia suo padre, Dio, poi si sente in colpa, poi scappa, poi ritorna e addirittura diventa un valido collaboratore della polizia di Los Angeles al fianco di Chloe, contro ogni luogo comune su di lui. Un diavolo nel quale ognuno di noi può riconoscere parti di sé, tormentato dalla falsa illusione che gli uomini si sono fatti, ovvero che sia lui la colpa di tutti i peccati, senza cercarla in sé stessi.

recensione senza spoiler della quinta stagione
Lucifer e Chloe

La fine della Quarta Stagione vede Lucifer tornare all’inferno dopo una rivolta dei demoni rimasti senza capo, sceglie di obbedire al suo ruolo lasciando fra le lacrime la bella Chloe. Senza dirle “ti amo”, però, cruccio e delizia della quinta stagione. E questa è la sola concessione spoiler alla nostra recensione senza spoiler della quinta stagione.

QUINTA STAGIONE

Cosa potrà mai succedere in questa quinta stagione che non abbiamo già visto?

Una recensione senza spoiler della quinta stagione, deve però prendere alla larga alcuni punti chiave dei nuovi episodi. Può essere che tutta una stagione si svolga con le vite in parallelo di Chloe e Lucy sulla terra e sotto all’inferno? Penso di non dare nessuno spoiler dicendo che no, non sarà cosi, il bel Lucifer tornerà sulla terra e molti dei dubbi che ancora rimangono sulla trama verranno svelati.

Perché Chloe è immune a Lucifer? Perché Lucifer è un diavolo buono e dalla natura sincera? Anche molti personaggi avranno un dispiegarsi del loro ruolo come piccoli protagonisti e non solo come contorno. Maze ha un’anima? Che fine ha fatto sua madre e perché lei è cosi sola e arrabbiata? Ci saranno nuovi personaggi che scoprono la vera natura di Lucifer e personaggi che, del mondo angelico, vorrebbero non saperne più nulla. Si scoprirà molto di più sul passato di Linda, che forse non è sempre stata così perfetta come è ora.

Una stagione dove gli umani sembrano decisamente più posati e maturi di angeli e demoni. Un carosello che assomiglia molto alle bagarre degli dei dell’Olimpo, dove un Zeus, Dio, sposato con figli adolescenti e insopportabili, caccia i ribelli, ripudia la moglie, intreccia destini, elargisce improbabili doni, e alla fine deve scendere a sistemare tutto. La lezione sembra sia che i suoi figli, tra cui tutti noi, devono capire che la vera scelta è in ognuno di noi, senza dare la colpa sempre ad un Dio punitore.

Immancabili i casi di omicidio alla Jessica Fletcher che riempiono la trama degli episodi, arricchiti in questa stagione dal coinvolgimento diretto dei protagonisti e da casi più psicologici come il serial killer.

Piace ai fans la quinta stagione?

La stagione sui social non ha riscosso molti consensi, i fans sono delusi e, a parte la scena di lotta finale dell’ottava puntata, non trovano nulla di meglio. In effetti le prime puntate lasciano molto per scontato e perdono tantissimo, rispetto all’inizio, dell’effetto sorpresa. Chloe ritorna subito a lavorare con Lucifer come se nulla fosse successo, per esempio.

Vale la pena vedere Lucifer quinta stagione?

Sì certo, è Lucifer Morningstar. Dobbiamo sapere come va a finire. Inoltre, vale la pena vederlo per le interpretazioni magistrali di alcuni del cast, che bucano lo schermo come se provassimo anche noi quei sentimenti.

La prima in assoluto da segnalare è il demone Mazekeen. Lesley-Ann Brandt, attrice Sudamericana classe 1981, bellissima e molto convincente nel ruolo del demone che cerca la sua anima e vuole essere umano, pur provando gli istinti bestiali che le sono propri.

Lucifer, Tom Ellis, che, come in The Vampire Diaries fece Nina Dobrev, interpreta contemporaneamente due personaggi gemelli, riuscendo a farci capire chi è uno e chi è l’altro.

La dottoressa Linda, buona e perfetta, ma con un passato pieno di sensi di colpa. La detective Chloe bellissima attrice che vive i panni della donna sciatta e poco curata, riuscendo a sembrare comunque affascinante.

Una serie amica delle atipicità

Finiamo questa recensione senza troppi spoiler della quinta stagione, segnalando la serie come amica delle atipicità. Porta sulle scene amori bisessuali, libertà sessuali, diavoli che piangono, demoni che odiano la madre che li ha abbandonati, donne in carriera o donne guerriere che non sanno cucinare, giovani madri che non ce la fanno, e altri tipi di vita non tipica. Contribuendo così a creare un mondo dove ognuno possa sentirsi libero di essere sé stesso, anche se non nei canoni che altri vogliono imporci.

Netflix trailer ufficiale della quinta stagione di Lucifer

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here