Nina Zilli: A Sanremo con il brano “Senza Appartenere” – Testo

Leggi il testo di "Senza Appartenere" il brano con il quale Nina Zilli partecipa alla 68° edizione del Festival di Sanremo

0
1058

Atteso ritorno al Festival di  per Nina Zilli che durante la manifestazione canora in programma nella città ligure dal 6 al 10 febbraio porterà in gara il brano “Senza Appartenere” scritta dallo stessa artista insieme a Giordana Angi e Antonio Iammarino.

Il nuovo brano dell’artista sarà contenuto nella riedizione del disco “ModernArt” uscito negli scorsi mesi, e nella nuova edizione oltre al brano sanremese sarà contenuta una versione unplugged del brano 1XUnattimo.

In un intervista al Corriere Della Sera, Nina Zilli presentà così il brano sanremese: “Voglio cantare la bellezza dell’essenza femminile, fatta di contrasti e di luce che viene da dentro, quella della resilienza. Quella luce che ci permette di volare anche quando i segni lasciati sono visibili sul corpo e non solo segnano l’anima. Questa luce è il miracolo delle donne

Senza Appartenere – Testo

Donne siete tutti e non l’hai capito
donne non di tutti è non è mai cambiato
calda come il sole di domenica d’estate
però non è domenica e qui fa un freddo cane
donna ha perso tempo a lucidare la sua rabbia
del tempo che è cambiato e ancora non la cambia

Donna sa volare mentre il cielo cade
ma io so cosa cercavo io
e cosa ho trovato
schegge di felicità
cerco una colpa per restare qua
a vivere i ricordi, io
volevo salvarmi, io
e poi perdonarmi
della vita che ho spaccato
dell’amore che ho buttato via
ma senza appartenere

Donne siete tutti e non l’hai capito
donna che ha paura donna che ha trovato
il vento sulla faccia il mare in una goccia
e sconfinati labirint e un filo per uscire
donna non si piace invece guarda quanto è bella
donna che si cambia mille volte e resta quella

Donna sa volare mentre il cielo cade
ma io so cosa cercavo io
e cosa ho trovato

Io non sono come te
c’è troppa vita per restare qui
ad aspettare cosa?
io volevo salvarmi io
e poi perdonarmi
delle volte che ho svelato quella parte debole di me

Ma senza appartenere
quando la vita è più semplice non mi diverte ci gioco
io non li chiamo più lividi sono colori e ci gioco

Io ci gioco, io ci gioco
togliti la maschera
c’è troppa verità per stare qui
senza appartenere
donne siete tutti e non l’hai capito
e non è mai cambiato

Commenti