Il Live Aid, creato nel 1985 da Bob Gendolf (Boomtown Rats) e Midge Ure (Ultravox), è stato un evento musicale svolto in differenti città teso a sensibilizzare l’opinione pubblica alla terribile carestia che colpi’ l’Etiopia negli anni 80. Di quello storico evento, per molti uno dei più grandi del rock, la performance che è finita direttamente negli annali della storia della musica riguarda quella dei Queen allo stadio Wembley.

Ora, a distanza di oltre 30 anni, ad occuparsi di temi come povertà e cambiamento climatico, abbiamo Global Citizens: una grande organizzazione che mira a raccogliere fondi attraverso eventi come il Global Goal Live: The Possible Dream.

Global Goal Live

Nello specifico, il prossimo 26 Settembre 2020, il Global Goal Live: The Possible Dream sarà svolto in contemporanea in cinque continenti: Africa, Nord America, Europa, Asia e America Latina.

L’evento, dalla durata di 10 ore, vedrà band e artisti del calibro di Red Hot Chili Peppers, Metallica, Muse Coldplay, Eddie Vedder ed Ozzy Osbourne. Oltre a loro si esibiranno Billie Eilish, Lizzo, Shawn Mendes, Janelle Monàe, Miley Cyrus, Cindy Lauper, Pharrell Williams, Ozuna, Usher e Alicia Keys. Tra i presentatori dell’evento ci saranno Hugh Jackman, Debora-Lee Furness, Idris Elba, Jill Vedder, Rachel Brosnahan, Trevor Noah e Uzo Aduba.

Il nostro obiettivo, per dirla semplicemente, è coinvolgere ogni singola persona del pianeta in questa missione (per porre fine alla povertà globale)”, ha dichiarato il CEO di Global Citizen Hugh Evans in una nota. “Per fare ciò dobbiamo coinvolgere con coraggio e creatività i cittadini: di persona, in televisione e sui loro telefoni.”

La fine della povertà è un obiettivo da raggiungere”, si legge in una dichiarazione del CEO sul sito Web di Global Citizen. “Abbiamo bisogno di governi, di una società presente, di filantropi e, soprattutto, di agire per le persone e per il nostro amato pianeta. Realizzare questo sogno è possibile”.

Commenti