Georgie: dagli anni Ottanta il manga diventato cult

0
379

Negli scorsi appuntamenti abbiamo spesso parlato di censure nel mondo del manga. Il titolo di oggi ne ha subite diverse, ma ha mantenuto comunque intatto il suo fascino. Parliamo di Georgie.

Di cosa parla Georgie?

Per tristezza, la storia di Georgie è seconda solo a quella di Candy, di cui abbiamo già parlato. Il primo è però nato dopo, per l’esattezza nel 1982, dalle mani di Mann Izawa e Yumiko Igarashi. Protagonista è una piccola orfana, che viene salvata dopo la morte della madre da un agricoltore già padre di due figli. Siamo nel XIX secolo, e ci troviamo in Australia, che però è ancora una colonia inglese. Particolare, questo, decisamente rilevante, in quanto i genitori naturali della ragazza sono stati deportati proprio dall’Inghilterra in un campo di prigionia.


Candy Candy l’orfanella più famosa del manga


Lady Georgie e i suoi fratelli

L’unica cosa che a Georgie rimane della sua vera madre è un bracciale d’oro con incastonati dei rubini, che all’inizio della storia pare enorme sul suo polso di bambina. Per buona parte della sua adolescenza la giovane non sa di essere una figlia adottiva, così come non lo sanno i due fratelli, Abel e Arthur. Forse anche per questo cresce tranquilla e felice, nonostante il difficile rapporto con la madre adottiva, che l’ha sempre malvista. Dopo la morte dell’agricoltore le cose si complicano ancora di più, i ragazzi crescono e i fratelli scoprono che Georgie non è loro sorella di sangue. Innamoratisi entrambi di lei, la loro rivalità si accende, ma spunta un terzo incomodo: Lowell, nipote del governatore di Sydney. Da qui la storia si fa molto intricata, con diversi colpi di scena.

Abel o Arthur? L’eterno dilemma

Una delle questioni principali del manga, a parte la scoperta delle vere origini di Georgie, è LA scelta: la giovane si legherà ad Abel o ad Arthur? I finali differiscono da anime a manga, in quanto nel primo lei sceglierà Abel, tanto da restare incinta di lui, per poi perderlo subito dopo. Nell’anime il giovane sopravvive, ma ugualmente la ragazza, con il figlio avuto da lui, non compie una vera e propria scelta, tornando a vivere in Australia con entrambi i fratelli.

La versione italiana

Nel nostro Paese l’anime di Georgie è approdato su Italia 1 nel settembre 1984, circa un anno dopo la messa in onda giapponese. Nel 2021, a quasi quarant’anni di distanza, la stessa rete lo ha riproposto in versione rimasterizzata, pur mantenendo le censure nelle scene ritenute troppo scabrose.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here