“From my house in da house. A history of Rome” su PRIME VIDEO

Da oggi su Prime Video "From my house in da house. A history of Rome", gli ultimi trent'anni di Roma nelle parole di Marco Giallini, Asia Argento, Claudio Coccoluto, Rino Barillari, Maria Egizia Fiaschetti, Riccardo Sinigallia, Aurelio Picca, Stefano Antonelli e Ivano De Matteo.

0
435
FROM_MY_HOUSE_IN_DA_HOUSE_l

E’ disponibile da oggi su Prime Video, distribuito da 102 Distribution, “From my house in da house. A history of Rome“, documentario scritto e diretto da Giovanni La Gorga e Alessio Borgonuovo.

Chi partecipa a “From my house in da house. A history of Rome“?

Il documentario, con interviste, tra gli altri, a: Marco Giallini, Asia Argento, Claudio Coccoluto, Rino Barillari, Maria Egizia Fiaschetti, Riccardo Sinigallia, Aurelio Picca, Stefano Antonelli e Ivano De Matteo. Prodotto da Mariella Li Sacchi e Amedeo Letizia per QUALITYFILM, il film, già  premiato al Riff Awards 2021 come miglior documentario nella sezione National Documentary Competition.

“From my house in da house. A history of Rome”: il documentario

Un documentario dal tono leggero, ma dal ritmo serrato, che racconta gli ultimi trent’anni del centro di Roma, dall’inizio degli anni Novanta a oggi. Testimonianze e racconti di tanti personaggi noti, che descrivono luoghi e incontri irripetibili e che formano un mosaico che da l’immagine attuale di Roma. Ferita e tramortita ma ancora capace di riprendersi e tornare al suo eterno splendore.

Le testimonianze

Al centro del film, le testimonianze di cronisti (il “re” dei paparazzi Rino Barillari che apre il suo archivio fotografico per l’occasione, la giornalista del Corriere della Sera Maria Egizia Fiaschetti) e quelle “trombonate” tipicamente romane dei residenti del centro storico.

I musicisti

Ci sono i musicisti, quelli della scuola romana che ricordano come la scena capitolina fosse di assoluto prim’ordine, ci sono gli attori, che negli anni Novanta erano in procinto di affermarsi e a Roma vivevano, recitavano, costruivano.

“From my house in da house. A history of Rome”: il messaggio

“From my house in da house. A history of Rome”è un’opera poliforme, con un messaggio politico: quello di scuotere le coscienze di amministratori capitolini, imprenditori, commercianti e perfino dei singoli residenti per far loro comprendere che una città nella quale non scorre più la linfa vitale della cultura, del fermento ideale, della capacità di proporre e reinventare, è una città destinata a essere quantomeno periferica.

Commenti