Divi & serie tv: Tanti auguri a John Travolta e a Matt Dillon

0
275

Oggi è il compleanno di due importanti star americane che hanno recitato, da protagonisti e non, in diversi celebri film divenuti primari nella storia del cinema: John Travolta e Matt Dillon.

John Travolta

Nato a Englewood, New Jersey, nel 1954, compie oggi 65 anni. Attore, cantante e ballerino, ha preso parte a pellicole iconiche che hanno contribuito a renderlo un divo assoluto. In carriera è stato nominato due volte agli Oscar come “Miglior attore protagonista” per La febbre del sabato sera (1978) e per Pulp Fiction (1995). Ha ricevuto anche sette candidature ai Golden Globes, aggiudicandosene uno nel 1996 come “Miglior attore in un film commedia o musicale” per Get Shorty.

Attore di livello assoluto e dei più importanti di Hollywood, ha in curriculum una lunga lista di film a cui ha lavorato, elencarla per intero sarebbe impossibile, motivo per cui riportiamo, o almeno tentiamo di farlo, i più famosi e di successo: Carrie – Lo sguardo di Satana (Brian De Palma, 1976), La febbre del sabato sera (John Badham, 1977; per il quale ha ricevuto la sua prima candidatura all’Oscar. Il personaggio di Tony Manero rese Travolta un’autentica icona), Grease – Brillantina (Randal Kreisler, 1978; con cui bissò il clamoroso successo dell’anno precedente), Staying Alive (Sylvester Stallone, 1983), Senti chi parla (1989, che ha avuto poi due sequel nel 1990 e nel 1993), Pulp Fiction (capolavoro di Quentin Tarantino datato 1994; il ruolo di Vincent Vega è valso all’attore la Palma d’oro al Festival di Cannes e la seconda candidatura al Premio Oscar), Get Shorty (1995, col quale vinse il suo primo Golden Globe), Phenomenon (Jon Turteltaub, 1996), Face/Off – Due facce di un assassino (John Woo, 1997) e Hairspray – Grasso è bello! (2007, col quale ottiene la sesta candidatura ai Golden Globes). Come detto, di film importanti e di successo ne ha fatti davvero tanti, e tutti meriterebbero di essere citati.

Travolta in carriera ha lavorato anche in televisione dove, tra il 1972 ed il 1976, prende parte a singoli episodi di diverse serie televisive o film tv. Nel 1975 diventa uno dei protagonisti de I ragazzi del sabato sera, in cui reciterà in 81 episodi fino al 1979, rendendosi tanto popolare da raggiungere poi il cinema, che come è noto gli regalerà la fama mondiale. Dopo altre comparsate qua e la, nel 2016 recita nella prima stagione della serie antologica American Crime Story, incentrata sul famosissimo caso di O. J. Simpson, interpretando Robert Shapiro, ruolo che gli vale candidature per “Miglior attore non protagonista” a Golden Globes ed Emmy.

Matt Dillon

Nato a New Rochelle, New York, nel 1964, spegne oggi 55 candeline. Attore e regista molto stimato ed apprezzato, in carriera ha ricevuto una nomination all’Oscar come “Miglior attore non protagonista” per Crash – Contatto fisico del 2004.

Dillon debutta al cinema nel 1979 con Giovani guerrieri, per poi arrivare alla popolarità grazie a due film diretti, entrambi nel 1983, da Francis Ford Coppola: I ragazzi della 56ª strada e Rusty il selvaggio. Tra le tante pellicole a cui ha partecipato, con ruoli primari o secondari, si ricordano soprattutto: I maledetti di Broadway (1989), Da morire (Gus van Sant, 1995), Insoliti criminali (Kevin Spacey, 1996), In & Out (1997), Tutti pazzi per Mary (fratelli Farrelly, 1998), Crash – Contatto fisico (Paul Haggis, 2004; che gli è valso una nomination per il premio Oscar nel 2004. Inoltre per lo stesso film ha vinto l’Independent Spirit Awards), Factotum (2005), Loverboy (Kevin Bacon, 2005), Insospettabili sospetti (Zach Braff, 2017) e The House That Jack Built (Lars von Trier, 2018).

Nel 2002 Dillon ha esordito alla regia con il film City of Ghosts, pellicola in cui lui stesso ha anche recitato come protagonista.

L’attore ha anche fatto un paio di incursioni sul piccolo schermo in qualità di guest star; ma senz’altro riguardo la televisione è ricordato per il ruolo da protagonista nella prima stagione della serie Wayward Pines del 2015, prodotta da M. Night Shyamalan; dalla quale ci si attendeva ben di più del discreto successo che comunque ha ottenuto.

Buon compleanno John e Matt!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here