Disincanto parte tre, la nuova stagione firmata Matt Groening

0
390

Neflix rende disponibile Disincanto parte tre, dopo che il progetto originale è stato diviso in stagioni come sempre capita in questo tipo di produzioni. La terza parte è in realtà la seconda stagione dei primi dieci episodi della serie fantasy.

Disincanto parte tre, cosa ci aspetta?

La prima stagione aveva evidenziato una trama che forse mancava un po’ di concretezza. Ci aveva lasciato in sospeso con gli intrighi della madre di Bean, il rapporto con la matrigna Oona e i diversi intrighi di palazzo. Forse rendendosi conto delle lacune nella prima stagione, quindi, Matt Groening ha deciso di correggere il tiro. Ha deciso infatti di aggiungere, nella seconda, uno degli aspetti più importanti per una principessa, cioè la responsabilità. Ecco Disincanto parte tre.


Disincanto: pubblicato trailer della parte 3


Disincanto parte tre, la principessa Bean e la sua metamorfosi

Negli episodi finora rilasciati, si vede Bean cambiare totalmente. Ci era stata descritta infatti come una principessa non avvenente, spesso ubriaca, e per nulla interessata al suo ruolo di futura regina. Insomma, tutto il contrario di quello che ci hanno sempre dipinto le principesse della favole. Nella nuova parte, invece, vedremo Bean assumersi le sue responsabilità da regnante, mettendo da parte il suo egoismo.

Gli altri personaggi

Non solo Bean, naturalmente. Il focus si fisserà anche su Elfo, il piccolo amico di Bean, che con la sua sensibilità rappresenta la metafora delle difficoltà emotive nelle relazioni. La creatura avrà interi episodi dedicati solo a lui, rendendo più vario il ritmo narrativo, ma questo penalizzerà al contrario il ruolo di Luci, altro personaggio importante. Altre intuizioni di rilievo riescono a ridare corpo alla trama principale, come la follia di Zøg, il padre di Bean.

Intrighi e sottotrame

Stando così le cose, quindi, i personaggi escono rafforzati e meglio strutturati in questa nuova parte. Sono maggiormente delineati i personaggi secondari, così come le sottotrame di ognuno e le macchinazioni dei veri nemici. In definitiva, pare che finalmente Matt Groening abbia deciso cosa fare della sua serie. Dopo un inizio (quasi) da fiaba, in questa nuova parte i personaggi prendono forma con i loro punti deboli e con i loro punti di forza. Non ci resta, quindi, che aspettare e vedere coi nostri occhi.

Commenti