Compie 30 anni Taylor Swift, la reginetta del pop

0
360

Taylor Alison Swift nasce il 13 dicembre del 1989 negli Stati Uniti, a Reading, in Pennsylvania, figlia di Andrea, una casalinga, e di Scott, un intermediario finanziario. 

A soli sei anni si innamora della musica country, dopo avere ascoltato brani di Dolly Parton, di Patsy Cline e di LeAnn Rimes. 

A dieci anni entra a far parte di Theatre Kids Live, una compagnia teatrale per bambini di Kirk Cremer, la incita a optare per la carriera musicale e a mettere da parte le aspirazioni da attrice. A dodici anni, quindi, Taylor Swift impara a suonare la chitarra. Poco dopo scrive “Lucky You”, la sua prima canzone.

Prende lezioni di canto a Nashville da Brett Manning, e distribuisce una demo con incise alcune cover da lei realizzate a diverse case discografiche.

Tornata in Pennsylvania, viene scelta per esibirsi in occasione degli US Open e si fa notare dal manager di Britney Spears, Dan Dymtrow, che inizia a seguirla. Pochi anni più tardi Taylor Swift viene contattata dalla RCA Records, casa discografica con cui comincia a lavorare, e insieme con i genitori si trasferisce nel Tennessee, ad Handersonville. Qui ha meno difficoltà logistiche nel suo approccio al business musicale.

Gli anni 2000

Dopo avere scritto il brano “The Outside”, che entra a far parte di “Chick with Attitude”, viene assunta nel maggio del 2005 come autrice di canzoni per la società SONY/ATV Tree.

Rifiutato il rinnovo del contratto con la RCA, Taylor Swift colpisce Scott Borchetta, che ha appena fondato una casa discografica, la Big Machine Records. 

Diventa la prima artista dell’etichetta. Dopo avere sottoscritto il contratto, registra “Tim McGraw”, la sua prima canzone, che diventa il suo singolo di esordio.

Il primo album 

Abbandonati gli studi per concentrarsi esclusivamente sulla musica, incide gli undici pezzi di “Taylor Swift“, il suo primo disco, che nella sua prima settimana vende quasi 40mila copie. 

Il secondo singolo è “Teardrops on My Guitar”, che debutta il 24 febbraio del 2007.

Qualche mese più tardi viene nominata compositrice e artista dell’anno dalla Nashville Songwriters Association. 

E’ la più giovane di sempre a ottenere questo riconoscimento. Poco dopo arriva il terzo singolo “Our Song”, che rimane al primo posto della classifica di musica country per sei settimane.

I lavori successivi e i primi riconoscimenti 

Successivamente la giovane americana registra “Sounds of the Season: The Taylor Swift Holiday Collection”, un EP natalizio che contiene cover di brani classici come “Silent Night” e “White Christmas”, oltre a due pezzi originali, “Christmas Must Be Something More” e “Christmases When You Were Mine”.

L’anno successivo l’artista della Pennsylvania viene nominata ai Grammy Awards nella categoria dei migliori artisti emergenti. 

Anche se il riconoscimento finale viene assegnato ad Amy Whinehouse.

 Ciò avviene prima della pubblicazione del quarto singolo del disco di esordio, “Picture to Burn”, che arriva al terzo posto della Billboard Country Songs.

Dopo avere pubblicato “Live from Soho”, EP che include due inediti, riceve il premio Superstar of Tomorrow in occasione della decima edizione degli Annual Young Hollywood Awards. 

Nell’estate del 2008 pubblica un EP, intitolato “Beautiful Eyes”, che viene venduto solo presso i negozi della catena Wal-Mart. 

Solo nella prima settimana supera le 40mila copie.

Il secondo album 

A novembre, pubblica “Fearless”, il suo secondo album. 

E’ il primo disco di una donna a restare in prima posizione per undici settimane nella Billboard 200 nella storia della musica country.

Il primo singolo estratto è “You Belong With Me”, che è seguito da “White Horse”. Alla fine dell’anno “Fearless” si rivela il disco più venduto negli Stati Uniti, con circa 3 milioni e 200mila copie.

Nel gennaio del 2010 viene diffusa su iTunes “Today Was a Fairytale”, canzone che fa parte della colonna sonora del film “Appuntamento con l’amore” e che permette a Taylor Swift di conquistare il record – per una donna – del maggior numero di download eseguiti nella prima settimana.

Il 2010

A ottobre, pubblica il suo terzo album in studio, intitolato “Speak Now”, per la cui produzione è stata affiancata da Nathan Chapman. 

Anche in questo caso i numeri sono da record: più di un milione di download solo nella prima settimana. 

“Mine” è il primo singolo estratto, mentre il secondo è “Back to December”.

Il 23 maggio del 2011 Taylor vince nelle categorie Top Country Album, Top Country Artist e Top Billboard 200 Artist ai Billboard Music Awards. 

Poche settimane più tardi viene inserita dalla rivista “Rolling Stone” nella lista delle sedici cantanti – le Queen of Pop – di maggior successo degli ultimi tempi. 

A novembre viene pubblicato “Speak Now: World Tour Live”, album live che include diciassette brani live dell’artista e un DVD.

Successivamente Taylor collabora con i Civil Wars alla realizzazione della canzone “Safe&Sound”, che entra a far parte della colonna sonora del film “Hunger Games“, che comprende anche il brano “Eyes Open”.

Pochi mesi più tardi pubblica “Red”, il suo quarto album in studio, il cui primo singolo estratto è “We Are Never Ever Getting Back Together”. 

Nel 2014 registra il suo quinto disco, “1989”, che contiene i singoli “Out of the Woods” e “Welcome to New York”. 

Nello stesso anno il singolo “Shake It Off” viene nominato ai Grammy Awards nella categoria Song of the Year e nella categoria Record of the Year. 

L’anno successivo Taylor Swift, dopo aver conquistato il Billboard Music Award for Woman of the Year, si aggiudica un BRIT Award come International Female Solo Artist.

Commenti