Animali Fantastici e Dove Trovarli – Recensione del film

"Animali Fantastici e Dove Trovarli" è uno spin off della celebre saga di Harry Potter. Ecco la nostra recensione del celebre film.

0
2505

“Animali Fantastici e Dove Trovarli” è un film fantasy del 2016, spin off della saga di Harry Potter nonché prima opera scritta dall’autrice J. K. Rowling a prendere direttamente la forma di un film senza passare per la carta stampata. Il regista del film è lo stesso di buona parte deigli Harry Potter, ossia David Yates, mentre il cast include molte stelle del mondo del cinema, tra cui: Eddie Redmayne, Ezra Miller, Katherine Waterstone, Alison Sudol, Dan Folger, Colin Farrell, Johnny Depp. Cito Depp per ultimo in quanto il suo ruolo nel film è davvero marginale, sebbene sia destinato a diventare molto più importante nel corso della saga.

TRAMA: La vicenda si svolge nel mondo di Harry Potter molti anni addietro, quando il più grande mago oscuro al mondo non era ancora Lord Voldemort ma Gellert Grinderwald, amico d’infanzia e (forse) amante di Albus Silente. In un contesto in cui la sua figura genera un costante alone di mistero e sospetto che avvelena l’intero mondo magico, il giovane Newt Scamander svolge la sua attività di studioso di creature magiche, mentre nel frattempo scrive quello che diverrà poi un libro di testo usato da Harry e gli altri fra le mura di Hogwarts. L’uomo, in visita temporanea a New York, si ritrova invischiato in un contesto pericoloso in cui abbiamo da un lato un ministero della magia che persegue politiche poco tolleranti verso i non-maghi e, dall’altro, dei non-maghi che intuiscono l’esistenza dei maghi e vorrebbero toglierli di mezzo. In tutto ciò, la presenza di tanti animali fantastici al suo fianco inizierà a causare non poche peripezie…

Recensione di Animali Fantastici e Dove Trovarli

Dopo aver diretto proprio la parte meno entusiasmante della saga cinematografica di Harry Potter, David Yates si rifa incredibilmente con uno dei film fantasy più riusciti di sempre. Si tratta di un’opera che merita di essere analizzata su più livelli, com’è giusto che sia per qualcosa che ci porta in un mondo che già conosciamo ma con una trama parzialmente da scoprire. Dico parzialmente perché i fan di Harry Potter sanno già benissimo come va a finire la vicenda di Grinderwald e quale nobile fama accompagnerà Newt Scamander dopo le vicende narrate nella saga spin-off, sebbene su questi argomenti il pubblico generico potrebbe essere meno ferrato.

Partiamo dall’aspetto grafico, che in un kolossal fantasy è forse fra più importanti: in “Animali Fantastici e Dove Trovarli” ci troviamo davanti a creature di cui abbiamo già sentito parlare nei libri ma che, in larga misura, non hanno trovato spazio nei precedenti film. Il lavoro fatto per rappresentarli non è dunque vincolato ad altre opere che abbiamo visionato, e può sbizzarrirsi seppur seguendo le linee guida dettate dala Rowling, che è pur sempre la sceneggiatrice del film. Il risultato è un’opera visionaria, perfetta sia per quello che riguarda le sue meravigliose creazioni in computer grafica che la sua fotografia, e ciò non può non riscaldare i cuori degli spettatori.

Sul fronte trama, J. K. Rowling unisce fattori che già conosciamo ad altri completamente inediti, figli di un tempo che in Harry Potter era ormai superato. Se da un lato abbiamo una vicenda ben congegnata e ricca di personaggi molto ben scritti, nonché capace di generare intrecci intriganti e molto validi sul piano dell’intrattenimento, la Rowling riesce a ritrarre molto bene anche la società americana come aveva fatto con quella inglese, trasformando dunque i maghi a stelle e strisce nei perfetti omologhi dei loro connazionali di inizio Novecento. Scendere più nel dettaglio significherebbe fare spoiler, dunque basti sapere che con molti espedienti la scrittrice è riuscita ad inserire in quest’opera almeno due dei più grandi mali dell’America del tempo, uno forse mitigato con gli anni e l’altro purtroppo ancora vivo e vegeto.

In tutto ciò, la vicenda si interseca abilmente fra le storie di più personaggi: vicende che in alcuni casi sembrano essere completamente slegate fra di loro, che in altri sembrano invece essere sinonimo di una corruzione o di un accanimento esagerati, ma che alla fine portano tutte verso una destinazione comune. Non mancano infine rivelazioni inedite anche agli occhi dei fan di Harry Potter, frangenti che hanno il potere di offrire nuove chiavi di lettura ad alcune vicende citate già nella saga originale: un’operazione insomma intelligente e molto valida sul piano artistico, che ha infatti stregato il mondo intero. Peccato che tutto sia stato poi mandato in fumo da un secondo capitolo che si è rivelato tutto fan service, combattimenti e poco altro: ma quella, in fondo, è un’altra storia.

Come Guardarlo

“Animali Fantastici e Dove Trovarli” andrà in onda stasera 14 aprile 2020, in prima serata su Canale 5. L’opera è anche disponibile in streaming su varie piattaforme. Di seguito il trailer.

LEGGI ANCHE: Le 7 principali differenze tra i libri e i film di Harry Potter

Commenti