XX Edizione FCP-Festival del Cinema di Porretta Terme 4-11 dicembre

0
253
XX Edizione FCP

La ventesima edizione del Festival del cinema di Porretta Terme, in programma dal 4 all’11 dicembre, propone anche quest’anno, tra i momenti più attesi, la terza edizione del Premio Petri.

Come nasce il Premio Petri?

Il PREMIO ELIO PETRI, nato nel 2019 come omaggio al grande regista la cui opera ha un legame speciale con Porretta.

XX Edizione FCP: Altri premi

In questa edizione2021, le categorie di assegnazione dei premi si amplia: verrà infatti assegnato un premio come omaggio alla carriera e uno a un’Opera Prima o Seconda che si distingua, secondo la natura del Premio, per essere “un’opera contemporanea in cui sia evidente, ma non necessariamente esplicito, il lascito della eredità autoriale di Petri, con tematiche di denuncia sociale e politica in linea con il suo cinema, oltre ché un originale uso del linguaggio cinematografico”.

6 i FILM selezionati in lizza per l’edizione 2021 del Premio Elio Petri

I giganti di Bonifacio Angius (80′, ITA, 2021);
Californie di Alessandro Cassigoli e Casey Kaufmann (78′, ITA, 2021);
Il legionario di Hleb Papou (81′, ITA, 2021);
Brotherhood di Francesco Montagner (97′, ITA, 2021);
Atlantide di Yuri Ancarani (80′, ITA, 2021);
Europa di Haider Rashid (75′, ITA, 2021).

il viaggio

La selezione della terza edizione del Premio Petri ci porta in viaggio tra terre diverse, vicine e lontane, alla scoperta di storie intime e sorprendenti. Si parte dalla Sardegna con I giganti di Bonifacio Angius, già nella short list italiana per gli Oscar come il miglior Film Internazionale 2022, una storia densa di rabbia, dolore, fragilità, ironia, cinismo, violenza, accompagnata dalle melodie nostalgiche ed evocative di Luigi Frassetto.

E ancora

Dal Marocco a Torre Annunziata con Californie di Alessandro Cassigoli e Casey Kaufmann , romanzo di formazione premiato alle Giornate degli Autori per qualità dell’opera, coraggio, percorso personale, sguardo sul mondo, capacità di interpretare il presente, originalità di scrittura.

Le opere prime

Due le opere prime tra i film selezionati per il Premio Petri: Il legionario del regista bielorusso Hleb Papou naturalizzato italiano, vincitore del premio come miglior regista emergente nella sezione del Festival di Locarno “Cineasti del Presente”; e ancora, Atlantide di Yuri Ancarani, videoartista e regista giunto alla Mostra del Cinema (sezione Orizzonti), che narra la storia di Daniele, un ragazzo che vive a Sant’Erasmo, frammento di terra emersa ai margini della laguna veneziana.

XX Edizione FCP: La cerimonia di premiazione

La Cerimonia di proclamazione e consegna avverrà sabato 11 dicembre sera, al cinema Kursal di Porretta, nel corso della cerimonia di premiazione e chiusura del Festival. A seguire la proiezione del film premiato.

Il premio Petri

Istituito nel 2019 in occasione dei 90 anni dalla nascita del regista, il PREMIO ELIO PETRI è stato un riconoscimento fortemente voluto dall’Associazione Porretta Cinema, in considerazione del rapporto speciale che legò il regista romano alla Mostra del Cinema libero di Porretta Terme: qui infatti, cinquanta anni fa, nel 1971 insieme a Gian Maria Volonté presentò in anteprima mondiale “La classe operaia va in paradiso”, che venne poi premiato con la Palma d’oro a Cannes.


Oscar 2022: chi avrà la nomination a Miglior Film? Le nostre previsioni


Commenti