Visite guidate teatralizzate: “Beatrice Cenci storia e luoghi”

0
333

Un simbolo della violenza che unisce cultura e solidarietà con la partenza della campagna “Vittime del silenzio” “Non essere complice”: Beatrice Cenci. In collaborazione con la bon’t worry che segue l’hashtag #vittimedelsilenziononesserecomplice. Immaginazione o incredibile mistero? Per scoprirlo si dovrà aspettare la notte nella quale è stata decapitata la fanciulla, poiché accusata della morte del violento capofamiglia, ovvero quella compresa tra l’11 e il 12 settembre, ma intanto sarà meglio arrivarci preparati.

Beatrice Cenci: storia e luoghi

Il fascino di Roma è anche nei suoi miti e nelle antiche leggende diventate nel tempo un vero patrimonio culturale. C’è chi, per esempio, giura di aver visto apparire sul Ponte di Castel Sant’Angelo il fantasma di Beatrice Cenci. Nobile romana protagonista della tetra vicenda che provocò la rovina della sua famiglia, la sua figura, idealizzata dal popolo come una vittima innocente degli orrori della sua casa, fu oggetto di una letteratura vastissima. Per questo la drammatica vicenda è stata trasformata in una Visita Guidata Teatralizzata, “Beatrice Cenci: storia e luoghi”, ed inserita nel cartellone delle novità 2021 ideate ed organizzate da “I Viaggi di Adriano” in collaborazione con la compagnia teatrale Fenix1530 Luca Basile Production. Da anni seguono con grande professionalità, competenza e creatività i fatti storici più salienti della Città Eterna, pronti a prendere vita grazie alle brillanti performance degli attori presenti nei vari itinerari.

Una programmazione di eventi “drammatici” fino a tutto settembre

Memorabile il successo della visita dedicata a “Il caso Aldo Moro”, che ha fatto registrare il tutto esaurito e suggerito agli organizzatori di proporre nuove date fino a settembre. Il 3 luglio sarà dedicato a Beatrice Cenci vittima di una storia fatta di violenze, perpetrate nei confronti suoi e dei familiari dal padre Francesco Cenci, nella Roma rinascimentale a tenere col fiato sospeso gli spettatori. Sarà proprio Beatrice a raccontare la sua storia. Trascinata dagli eventi o stratega? Innocente o colpevole? Tante domande e tante mancate risposte. Un po’ quello che accade anche in epoca moderna. La strage delle donne non si ferma. Sono circa 40 dall’inizio del 2021 gli eventi drammatici causati, in diversi casi, per mano di mariti ed ex, ma anche compagni, fidanzati o familiari.

La campagna “Vittime del silenzio”

L’associazione bont’worry, da anni in prima linea contro la violenza di genere, lanciano una campagna: “Vittime del silenzio” “Non essere complice”. Un hashtag, #vittimedelsilenziononesserecomplice da postare sui propri social. Inoltre una sorta di sportello itinerante nelle tre tappe delle visite, sabato 3, venerdì 9 e sabato 31 luglio ore 21.30. I volontari illustreranno l’importanza di fare prevenzione e segnalare qualsiasi caso di violenza che potrà essere poi inoltrato, in forma anonima, all’indirizzo [email protected] Gli spettatori saranno inoltre invitati ad indossare un fiore rosso ed osservare un minuto di silenzio in memoria di Beatrice Cenci e tutte le vittime di violenza.

Info e prenotazioni

Prenotazione obbligatoria: 334/3006636 – 0651963729 info online www.pigierre.com.
Luglio 2021: Sabato 03 ore 19.00 e 21.30, Venerdì 09 ore 19.30 e 21.30, Sabato 31 ore 19.00 e 21.30. Appuntamento 10 minuti prima dell’inizio: Piazza delle Cinque Scole – alla fontana



Commenti