Venezia 77: Jovanotti e Antonacci in Si ballerà finché entra la luce dell’alba, alle Giornate degli Autori

0
521
Jovanotti Antonacci alle Giornate degli Autori, Venezia 77
Jovanotti Antonacci alle Giornate degli Autori, Venezia 77

Jovanotti Antonacci alle Giornate degli Autori, in Si ballerà finché entra la luce dell’alba,

Si ballerà finché entra la luce dell’alba” di Elisabetta Sgarbi  alla 77esima Mostra del Cinema di Venezia sarà presentato nelle “Giornate degli Autori”.


Giornate degli Autori,Venezia 77 tra Pink Floyd e Nilde Iotti


Tra le star che vi hanno preso parte Jovanotti e Biagio Antonacci. La pellicola sarà tra le proiezioni e racconta una storia dedicata alla band degli Extraliscio.

Trama (Jovanotti Antonacci alle Giornate degli Autori)

L’intento della pellicola è riportare la tradizione del liscio sul grande schermo, e per farlo si è scelto di coinvolgere nel progetto anche alcuni esponenti della musica pop attuale.

Oltre a loro , sono stati annunciati i Pinguini Tattici Nucleari e Lodo Guenzi, in rappresentanza quest’ultimo della sua band, Lo Stato Sociale.

Tra gli altri  ci saranno  anche Elio e Vasco Brondi, cantante de Le luci della centrale elettrica. Inoltre, la colonna sonora ha per coprotagonista anche una voce storica della nostra canzone: Orietta Berti.

La pellicola di Elisabetta Sgarbi sarà presentata in anteprima il 9 settembre durante la 77esima edizione della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica, che è riuscita a ottenre la conferma nonostante l’emergenza Covid-19. Il film è tra gli eventi speciali delle Giornate degli Autori. non sappiame se i due parteciperanno alla manifestazione, ma ci sono buone possibilità.

Tra gli eventi speciali, il road movie romantico di Giorgia Farina con Jasmine Trinca, Clive Owen e Irène Jacob (Guida romantica a posti perduti), la conferma del talento bizzarro e surreale del duo Flavia Mastrella e Antonio Rezza con Samp e Das Neue Evangelium, in cui il celebre drammaturgo e regista svizzero Milo Rau mette in scena il Vangelo come passione di un’intera civiltà.

Commenti