Underdog: Combattere per la Vita di Masaharu Take apre il Tokio Film Festival

0
177
Underdog
Underdog

“Underdog” viene presentato in anteprima al Tokyo International Film Festival, che inizia sabato e si protrae fino al 9 novembre.

Underdog
Underdog

I film di Masaharu Take si sono sempre concentrati su storie dolorose sulla “sottoclasse” giapponese, persone spesso trascurate in una nazione stereotipata come monoliticamente benestante.

Gli eroi del suo ultimo lavoro, “Underdog”, non potrebbero essere più abbattuti, stoicamente laboriosi ma irrimediabilmente sottoclasse: sono pugili.

il film mostra che la sconfitta a volte può essere gloriosa.

Underdog, diretto da Masaharu Take, aprirà il festival il 31 ottobre e Hokusai, diretto da Hajime Hashimoto e interpretato da Yuya Yagira e Min Tanaka, chiuderà il festival il 9 novembre.

Underdog è interpretato da Mirai Moriyama, Takumi Kitamura e Ryo Katsuji, ed è il primo film di Take a tema boxe in sei anni, da 100 Yen Love (2014).

Underdog

Trama (Underdog)

Descrive le vite di tre combattenti che sono stati abbandonati nella vita, mentre incrociano i pugni sul ring per tentare il loro ritorno.

Masaharu Take

Vorrei esprimere la mia sincera gratitudine a tutte le persone che hanno reso possibile tenere il TIFF nonostante la pandemia di coronavirus.

Underdog è stato girato a gennaio e febbraio 2020, catturando scene che abbiamo perso a causa di COVID-19. I pugili, le persone sole sul ring, non possono continuare a battere e ad essere picchiate senza l’applauso del pubblico.

Il pubblico crea la partita e continua a parlarne. A volte è una partita incredibile. Ma non è una corrispondenza con un solo spettatore. La vita è simile a questa, e penso che lo sia anche il cinema.

Il pubblico alla fine completa il film. Sono grato che il pubblico possa guardare Underdog all’inaugurazione del TIFF nel 2020. La conclusione finale è lasciata a loro e spero che continueranno a trasmettere la storia. Per favore, stai al sicuro.

Take, che amava “Rocky” di Sylvester Stallone ed è stato profondamente influenzato da “Raging Bull“, diretto da Martin Scorsese, ha ottenuto il successo sei anni fa con “100 Yen Love“, che aveva anche la boxe come motivo.

Commenti