Torna Lucio Dalla: fuori il video de “L’anno che verrà”

0
941
Lucio Dalla
Fuori il video de "L'anno che verrà" di Lucio Dalla

Il 2019 ha celebrato i 40 anni dall’uscita di LUCIO DALLA, il disco omonimo del cantautore bolognese, capolavoro della sua carriera. A conclusione di questo anno di festeggiamenti, da oggi, lunedì 30 dicembre, è online il video di L’ANNO CHE VERRÀ”.

Il video del brano, indimenticabile successo di Dalla, racconta i pochi minuti che precedono la mezzanotte del nuovo anno, solitari, malinconici e sospesi tra presente e futuro. Nella propria, apparentemente triste, solitudine un uomo si riflette nel se stesso di domani che, complice e “amico”, lo rassicura per i giorni che verranno.

«È il 31 dicembre. Mancano pochi minuti all’inizio del nuovo anno. Il tempo di una canzone. Il tempo per un uomo di scrivere una lunga lettera a se stesso. Il tempo di una vita».

MARCO PELLEGRINO – regista

A partire dal 10 gennaio invece, il video verrà proiettato nella sala cinema all’interno della Fondazione Lucio Dalla a Bologna, in via D’Azeglio 15.

Il brano “L’ANNO CHE VERRÀ” è contenuto all’interno di “LUCIO DALLA” Legacy Edition uscito quest’anno in occasione dei 40 anni dall’uscita, nel 1979. Un’occasione perfetta per festeggiare l’arrivo dell’anno nuovo con una delle canzoni che ha segnato non solo questo decennio ma anche molti altri. 

La versione CD contiene poi 3 brani in versione inedita:Angeli” nella versione in studio, “Stella di mare” in inglese e il brano “Ma come fanno i marinai” cantato insieme al compagno Francesco De Gregori, nella versione inedita registrata in studio. Il tutto è accompagnato da un libretto di 24 pagine con le illustrazioni originali di ALESSANDRO BARONCIANI e i contributi di DENTE, DI MARTINO, COLAPESCE, COLOMBINI BIANCANI raccolti per l’occasione da John Vignola. Il disco è stato rimasterizzato negli Studi Fonoprint di Bologna da Maurizio Biancani che ha trattato anche il disco originale insieme a Lucio Dalla nel 1979. Il campionamento digitale del master tape originale fatto a 192khz e 24 bit, ha permesso di recuperare appieno le sonorità originali, non falsate da precedenti interventi.

Commenti