Torino Film Festival: i vincitori della 41ma edizione

0
318
Torino film festival

Torino Film Festival 2023: si è conclusa la 41ma edizione del Torino Film Festival, l’ultima di Steve Della Casa come direttore, il prossimo anno toccherà a Giulio Base prendere in mano il timone del festival.

Chi ha vinto come Miglior film?

La giuria del Concorso Internazionale Lungometraggi composta da Lyda Patitucci (Italia), Clément Rauger (Francia), Martin Rejtman (Argentina), Angel Sala (Spagna), Elisabetta Sgarbi (Italia) ha assegnato il premio come Miglior film a LA PALISIADA di Philip Sotnychenko (Ucraina).

Motivazione

Film complesso, di grande libertà registica nella costruzione delle scene che, concatenandosi, trovano il loro senso autonomo. Il regista, alla sua opera prima, dimostra assoluta padronanza dei mezzi.

Torino Film Festival 2023: tutti i premi

Premio speciale della giuria

LE RAVISSEMENT di Iris Kaltenbäck (Francia)

Motivazione

Film armonicamente riuscito, dove tutto concorre all’ottimo risultato finale. Iris Kaltenbäck, con la complicità degli interpreti Hafsia Herzi, Alexi Manenti e di tutto il cast, realizza un’opera prima matura e coinvolgente.

Miglior attrice

HAFSIA HERZI per il film LE RAVISSEMENT / THE RAPTURE di Iris Kaltenbäck (Francia)

Menzione speciale

BARBARA RONCHI per il film NON RIATTACCARE di Manfredi Lucibello (Italia)

Miglior Attore
MARTÍN SHANLY per il film ARTURO A LOS 30 di Martín Shanly (Argentina)
Miglior Sceneggiatura

SÉBASTIEN LAUDENBACH, CHIARA MALTA per il film LINDA VEUT DU POULET! di Sébastien Laudenbach e Chiara Malta (Francia/Italia)

Torino Film Festival 2023: CONCORSO DOCUMENTARI INTERNAZIONALI

La giuria del Concorso Documentari Internazionali composta da Tizza Covi (Italia), Carlo Hintermann (Svizzera/Italia), Jessica Woodworth (Belgio/Stati Uniti) assegna i premi:

Miglior film

IWONDERFULL NOTRE CORPS / OUR BODY di Claire Simon (Francia)

Premio speciale della giuria

CLORINDO TESTA di Mariano Llinás (Argentina)

Menzione

SILENCE OF REASON di Kumjana Novakova (Bosnia)

CONCORSO DOCUMENTARI ITALIANI

La giuria del Concorso Documentari Italiani, composta da Valentina Bertani (Italia), Fabio Bibbio (Italia) e Costanza Quatriglio (Italia)

Miglior film

GIGANTI ROSSE di Riccardo Giacconi (Italia)

Motivazione

Sul confine labile tra realtà e finzione, in un racconto che riflette sui meccanismi della rappresentazione e della messa in scena del reale, il regista ci conduce in un viaggio sentimentale tra conflitti familiari e il difficile ricordo di una brutale violenza di gruppo nei confronti di un uomo inerme. Così la macchina da presa diventa occasione per disvelare segreti ed emozioni taciute.

Premio speciale della giuria

TEMPO D’ATTESA di Claudia Brignone (Italia)

Motivazione

I mesi che precedono il parto costituiscono nel film il tempo della condivisione. Un balsamo per le paure che le donne troppo spesso tengono per sé e che qui affrontano insieme facendo comunità. Nell’ascolto reciproco e nell’ascolto da parte della regista, il tempo dell’attesa è il tempo prezioso dell’attenzione.

Torino Film Festival 2023: SPAZIO ITALIA | CONCORSO CORTOMETRAGGI ITALIANI

La giuria del Concorso Cortometraggi Italiani composta da Erica Favaro (Italia) Ilaria Feole (Italia), Luisa Porrino.

Miglior cortometraggio

UN RESPIRO PARZIALE MA INTERO di Lorenzo Spinelli (Italia)

Motivazione

Per il tocco originale e attento con cui viene raccontato l’incontro tra l’autore e Patrizia Cavalli e per il riuso creativo del materiale di repertorio. La densità e la capacità di emozionare gli danno il respiro di un piccolo poema.

Torino Film Festival 2023: Premio speciale della giuria, ex aequo

LE FENNE di Giulia Di Maggio (Italia)

Motivazione

Perché racconta un coming of age in modo visionario e simbolico, ma anche con una purezza e un’innocenza di sguardo rari. L’autrice si sofferma con sensibilità su quella fase delicata della crescita della bambina protagonista in un alternarsi di tenerezza e crudeltà, mentre sullo sfondo gli adulti restano indifferenti e lontani.

e EVEN TIDE di Francesco Clerici (Svizzera/Italia)

La motivazione: il cortometraggio colpisce per gli interrogativi di grande attualità che propone: in un mondo nel quale la vita umana è al tramonto, resta solo quella animale, catturata da strumenti automatici di registrazione. Ma chi ci sarà ancora a guardare quelle immagini?

Menzione speciale

OSAS E LE DONNE DI BENIN CITY di Gabriele Gravagna (Italia)

Motivazione

La giuria intende dare particolare risalto a un cortometraggio che racconta il lavoro straordinario di Donne di Benin City, la prima associazione italiana contro lo sfruttamento della prostituzione, fondata e presieduta a Palermo da Osas Ekbon, da sempre in prima linea nella lotta contro la violenza sulle donne.

Torino Film Festival 2023: CRAZIES | CONCORSO

La giuria del Concorso Crazies composta da Alessandro Boschi (Italia), Anaïs Emery (Svizzera) e Maurizio Tedesco (Italia), assegna i premi a

Miglior film

AUGURE / OMEN di Baloji (Belgio / Congo / Olanda / Germania / Sud Africa)

Menzione Speciale

VISITORS – COMPLETE EDITION di Kenichi Ugana (Giappone) e
THE COMPLEX FORMS di Fabio D’Orta (Italia)

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here