The Umbrella Academy: recensione seconda stagione

0
1377
The Umbrella Academy: recensione seconda stagione

The Umbrella Academy torna con l’attesissima seconda stagione! Leggi la nostra recensione sui nuovi episodi della serie tv.

LEGGI ANCHE: The Umbrella Accademy: ascolti da record per la nuova serie Netflix

The Umbrella Academy: recensione seconda stagione

The Umbrella Academy torna con dieci nuovi episodi su Netflix! Secondo alcuni critici, la seconda stagione è addirittura migliore della prima. Innanzitutto, gli episodi sono più brevi e quindi più scorrevoli. Sono state eliminate le scene meno significative per concentrarsi principalmente sulla trama a differenza della prima stagione.

La trama

Dopo essere sfuggiti all’apocalisse della prima stagione, i fratelli si ritrovano nella Dallas degli anni ’60 con un piccolo problema. Ogni fratello viene catapultato nella stessa strada in anni diversi e perciò non riescono ad incontrarsi. Ognuno di loro, quindi, vive la propria vita e sviluppa la propria storyline, che si unirà a quella degli altri nel momento in cui arriva Cinque e scopre l’arrivo incombente di un’altra apocalisse. Scopriamo che è tutto collegato all’assassinio di Kennedy e che il padre e creatore di The Umbrella Academy è coinvolto.

Un’altra apocalisse

I fratelli portano con sé nel passato un’altra apocalisse, che ha origine dal mancato assassinio di Kennedy e che sfocia in una guerra nucleare. Nella seconda stagione l scenario storico assume maggiore importanza. Si ritorna inevitabilmente sul tema tanto caro dei viaggi nel tempo e sulle sue conseguenze.

Il commento alla seconda stagione di The Umbrella Academy

La seconda stagione di The Umbrella Academy è ben riuscita ed è più convincente della prima. Il rapporto tra Klaus e Ben viene approfondito e, da come intuiamo nell’ultimo episodio, avrà alcuni risvolti interessanti della prossima stagione. Continua anche la storia di Luther e Allison, ma la vera coppia di questa stagione sono Diego e Lila, la nuova arrivata. Vanya assume maggiore consapevolezza dei suoi poteri e fa… coming out! Mentre Cinque si conferma il motore dell’intera trama e a lui viene riservata la maggiore attenzione.

Non manca mai l’umorismo, ma i personaggi sono meglio caratterizzati. Anche la narrazione e la fotografia sono migliorati, il tutto accompagnato da un’ottima colonna sonora. La psicologia dei personaggi viene approfondita ulteriormente, senza tralasciare il tema più importante: la famiglia.

Il ritmo si velocizza e sono tantissimi i colpi di scena. La seconda stagione mi ha davvero convinta e non vedo l’ora di vedere come evolve la storia dei fratelli di The Umbrella Academy!

Commenti