The Reversed Path vince 2 premi a Shanghai FilmFest

0
270
The Reversed Path

‘The Reversed Path’ Scritto, diretto e prodotto da Abdolfazl Jalili, ha vinto i premi come miglior regista e miglior attore al 24° Shanghai International Film Festival in Cina.

Di cosa parla The Reversed Path?

La sinossi di ‘The Reversed Path’: “Emkan è un adolescente di 17 anni che non vede suo padre da molti anni e inoltre sua madre lavora a tarda notte in una fabbrica. Ha una piccola telecamera di registrazione e decide di fare un film per dare una svolta alla sua vita di routine, tuttavia, non è molto abile. Fa del suo meglio per raggiungere il suo obiettivo…”

The Reversed Path: Cast

Pouyan Shokri, Masoud Naji, Mahdiyar Asghari, e ancora, Mohammad Hossein Pakdaman sono tra i membri del cast del film.

SIFF

Fondato nel 1993, il SIFF è un evento globale competitivo guidato dagli sforzi di Shanghai per diventare un centro culturale internazionale. Infatti, un totale di 3.693 film provenienti da 108 paesi e regioni registrati per l’evento dello scorso anno. Il 24° Shanghai International Film Festival (SIFF) si è tenuto dall’11 al 20 giugno 2021.

Fort Apache

“Fort Apache” è stato l’unico documentario italiano in concorso ufficiale nell’importante Shanghai International Film Festival 2021, giunto alla sua ventiquattresima edizione, infatti, il 13 e il 19 giugno ha ospitato le due proiezioni del docufilm scritto da Valentina Esposito, insieme ai due registi Ilaria Galanti e Simone Spampinato, centrato sull’esperienza della compagnia Fort Apache Cinema Teatro.

Marco Müller

Marco Müller, produttore italiano, critico cinematografico nonché giurato della 24esima edizione dello Shanghai International Film Festival (SIFF) per l’assegnazione dei Golden Goblet Award (Calici d’oro), ha intrattenuto giovedì a Shanghai una conversazione virtuale con il regista russo Alexander Sokurov.

La solitudine dei numeri primi

Di fatto da quando, molti anni fa, Marco Müller ha portato in Cina il suo film ‘La solitudine dei numeri primi’ l’italiano ha stabilito un legame con i festival cinematografici cinesi.
Inoltre, negli ultimi anni, è stato proiettato nel Paese orientale un numero crescente di ottime produzioni italiane e non a caso il SIFF di quest’anno vede la presenza di 30 pellicole italiane in più di una sezione di proiezione.

Commenti