The Karate Kid-la Leggenda continua: recensione film

Oggi parleremo del film The Karate Kid-la Leggenda continua.

0
391

Il Film The Karate Kid-la Leggenda continua, è senza dubbio un remake riuscito alla perfezione.

Uscì nelle sale cinematografiche nel 2010, sbaragliando la concorrenza e incassando ben 359 milioni di dollari.

Tutti conoscono i film della serie omonima degli anni 80, che fece sognare e avvicinare intere generazioni alle Arti Marziali.

The Karate Kid-la Leggenda continua infatti è ispirato al primo film della saga, anche se l’ambientazione e la trama di differenziano.

Ma c’è un filo comune che lega questi due film: il bullismo, la voglia di riscatto e l’amicizia.

Leggi anche: Jackie Chan: 66 anni e non sentirli.

Cast The Karate Kid-la Leggenda continua

Jaden Smith: Dre Parker, il bambino è il protagonista (figlio dell’Attore Will Smith).

Jackie Chan: Mr. Han, è l’uomo della manutenzione, poi si scoprirà essere un maestro di Kung Fu.

Taraji P. Henson: Sherry Parker, è la mamma di Dre Parker.

Wenwen Han: Mei Ying, è la bambina di cui si innamora Dre.

Zhenwei Wang: Cheng, è il ragazzo che bullizza Dre.

Rongguang Yu: Maestro Li, è il maestro cinico di Kung Fu.

Trama The Karate Kid-la Leggenda continua

Tutto comincia con la partenza di Dre e di sua madre dall’America alla Cina, dopo la morte del padre di Dre.

La mamma trova un lavoro in Cina, e Dre sembra non essere particolarmente contento di cambiare città.

Arrivati in Cina Dre deve provare a familiarizzare con dei ragazzi del posto, ma non è facile perchè lui non parla Cinese.

Trova un ragazzo vicino di casa che lo invita a giocare al parco sotto casa, lui dubita su cosa fare ma poi decide di scendere.

La Mamma deve farsi una doccia, ma l’acqua calda non funziona.

La mamma chiama Dre per chiedergli se può andare a parlare con il signore della manutenzione, il signor Han.

Dre lo trova, ma il Signor Han non gli risponde perchè sta mangiando.

E così Dre va al parco dove gioca a Basket con il suo nuovo amico che abita vicino a lui, e lì vede Mey Ying.

Dre viene picchiato da Cheng

La bambina suona il violino in modo perfetto, e Dre ne rimane colpito appena la vede.

Va a parlare alla bambina spinto dall’amico, ma arriva Cheng, che geloso di Dre lo sposta e comincia a parlare in Cinese con Mey.

Poi ad un certo punto butta lo spartito di Mey per terra, Dre lo raccoglie.

Ma Cheng gli dice di lasciarlo stare per terra, Dre vuole dare lo spartito a Mey.

E senza preavviso Cheng butta a terra Dre.

Cheng è un bambino che pratica il Kung Fu, quindi quando Dre lo sfida non ci mette nulla a fargli male, e con un pugno gli ferisce l’occhio sinistro.

E qui cominciano i guai per Dre, perchè la mattina dopo scopre che Cheng fa parte della sua classe, e cerca in tutti i modi di evitarlo.

Fa amicizia con Mey e tra i due nasce un sentimento, ricambiato da entrambe le parti.

Dre Conosce il Signor Han

A casa sua conosce il Signor Han che arriva per controllare l’acqua calda nel bagno.

I due si guardano cercando di scutarsi.

Il Signor Han dice che l’acqua calda funziona, si deve azionare il pulsante, farsi la doccia e poi spegnerlo.

Arriva a casa la mamma di Dre che dice a lui di mettere a posto il Giacchetto che è per terra.

Lui protesta, la mamma si arrabbia, e Dre alla fine lo mette a posto, e guarda il Signor Han, che rimane in silenzio.

Un giorno dopo una gita per visitare la Città perduta in Cina, Dre si vendica dei bulli gettandogli l’acqua di un secchio addosso, scappa ma loro lo raggiungono.

Il Signor Han salva Dre

Qui Cheng ci fa giù pesante, e quando sta per sferrargli l’ultimo pugno arriva il Signor Han.

Che fa in modo che i bambini si picchino tra di loro, e cosi Dre scopre che è un maestro di Kung Fu.

Han porta a casa Dre, lo cura con una speciale tecnica di medicina cinese.

Poi decidono di andare a parlare con il maestro di Kung Fu di Cheng, il maestro Li.

Han riesce a far promettere ai ragazzi di non picchiare più Dre, visto che lui parteciperà al torneo di kung Fu, e lui sarà il suo maestro.

I giorni passano e il legame di Dre e Han si fa sempre più forte.

Un giorno Dre scopre che Han aveva un figlio, e una moglie, che sono morti a causa sua dopo un incidente in macchina, e in quel giorno Dre capisce che per lui Han è come un padre.

Il torneo va benissimo grazie agli insegnamenti di Han.

In finale Dre si scontra con il suo nemico Cheng, che lo ferisce nel punto in cui era stato già ferito in precedenza su volere del maestro Li.

Ma Dre inaspettatamente si alza e vince il torneo effettuando una capriola a 360 gradi e con un calcio manda Cheng a tappeto.

Sara Cheng stesso a dare la coppa in mano a Dre complimentandosi con lui.

Recensione The Karate Kid-la Leggenda continua

Questo film tocca le corde dei sentimenti, l’amore che si sprigiona tra Han e Dre è commovente.

Un padre alla ricerca della sua serenità dopo la morte del figlio, e un figlio alla ricerca di comprensione ed affetto in mancanza di un padre.

Tutti e due hanno bisogno l’uno dell’altro per completarsi, e per poter curare le ferite del passato e del presente.

Jackie Chan è stato staordianario nel suo primo ruolo drammatico, rendendo il Signor Han, un uomo schivo, solitario, malinconico, con un grand dolore nel cuore, ma capace ancora di amare.

Jaden Smith è un degno erede di suo padre Will Smith, da cui ha preso l’immedesimazione nel personaggio, ha reso perfettamente l’idea di un bambino di 11 anni che lotta per essere accettato.

Jackie Chan insegna a Jaden che il Kung Fu si usa solo per difendersi, mai per attaccare.

I suoi valori di lealtà, rispetto, e amicizia entrano in Jaden che li fa suoi e matura, capendo cosia sia veramente importante nella vita.

Un film che fa riflettere, divertire con alcune battute divertenti tra Jackie Chan e Jaden, e che fa anche commuovere.

Ti insegna a non mollare mai, ad andare avanti nonostante le difficoltà, rispettando sempre gli altri.

Semplicemente lascia il segno, è un film che consiglio a tutti di vedere.

Ecco a voi il trailer del film.

Commenti