The Hole in 3D – recensione di un teen horror adatto a tutti

"The Hole in 3D" è un film horror adatto anche a ragazzini, che ai tempi dell'uscita cinematografica fu distribuito in 3D. Ecco la nostra recensione.

0
924

“The Hole”, distribuito anche come “The Hole in 3D”, è un film horror e fantastico del 2009. Si tratta, per la precisione, di un horror strutturato in maniera tale da poter essere fruibile anche a ragazzini: le atmosfere ricordano molto gli episodi della serie TV “Piccoli Brividi, per intenderci. Il film è diretto da Joe Dante e sceneggiato da Mark L. Smith, mentre il cast include: Chris Massoglia, Haley Bennett, Nathan Gamble, Teri Polo, Bruce Dern. Prodotto e diretto in Canada, il film è stato un discreto successo internazionale, ma comunque non sufficiente ad incassare una cifra superiore al budget speso in partenza. La critica, in ogni caso, ha accolto molto positivamente il film.

TRAMA: Dane (17 annni) e suo fratello Lucas (10) hanno appena cambiato casa insieme alla loro mamma. Tutti e tre sono scappati via da un padre/marito violento e stanno cercando di ricominciare, e come se non bastasse questo non è il loro primo trasferimento: anche dalla prigione l’uomo riesce sempre a scoprire dove si sono trasferiti. Un giorno, i due fratelli e la vicina di casa scoprono una botola nascosta in cantina, e da questa botola iniziano a poco a poco a fuoriuscire degli esseri a dir poco terrificanti, come se una forza oscura stesse trasformando in realtà ogni loro paura…

Recensione di The Hole in 3D

Come tutti i teen horror, “The Hole in 3D” ha una componente prettamente horror in cui una forza negativa cerca di fare del male ai giovani protagonisti ed una parte educativa, che spinge i protagonisti a confrontarsi col loro stesso passato ed a trarre importanti lezioni in merito. In questo film, in particolare, la seconda componente è più forte della prima: dopo i primi 5 minuti in cui si pensa di avere a che fare con il classico adolescente problematico che non sopporta il fratello minore, infatti, ci addentriamo all’interno di personaggi profondi, ben scritti, che solo in superficie sembrano essere stereotipati. Lo stesso si può dire anche della protagonista femminile, anche lei con traumi alle spalle nonostante una vita apparentemente agiata.

L’intreccio pregresso dei protagonisti si intreccia perfettamente con la vicenda horror con cui devono confrontarsi, e questo permette all’opera di arrivare con una forte ondata di energia allo spettatore, in cui le scene “di paura” riescono a trasmettere qualcosa di più profondo del solo intrattenimento. Il soggetto scelto dà sicuramente modo di giostrare molto con questo tema, ed anche se in molti punti gli effetti speciali non sono all’altezza e risultano irrealistici l’elemento psicologico riesce a compensare i difetti meramente estetici dell’opera. Non mancano comunque frangenti capaci di far fare qualche vero salto sulla sedia allo spettatore, soprattutto nel momento in cui i poteri del “buco in cantina” inizia a mostrare per le prime volte i suoi poteri. Abbastanza buona anche l’esecuzione degli attori.

Come guardarlo

“The Hole in 3D” andrà in onda stasera, 14 marzo 2020, in prima serata su Italia 2. Il film è disponibile anche in streaming su Infinity. Di seguito il trailer.

Commenti