The Bourne Supremacy: il thriller supremo di Matt Damon

0
1393
The Bourne Supremacy locandina

L’identità di Bourne si svela realmente nel terzo atto di The Bourne Identity. È quando i punti di forza e di debolezza del personaggio iniziano a sorgere e il regista di The Bourne Supremacy, Paul Greengrass, ha preso atto non solo di dove stava andando il personaggio, ma anche di dove stava andando l’America.

Quando è uscito The Bourne Supremacy?

The Bourne Identity è uscito nel giugno 2002 e il senso del mondo del nostro paese dopo l’11 settembre era ancora confuso. Quando The Bourne Supremacy è uscito, il 23 luglio 2004, i richiami erano chiari. Eravamo stati condotti in una guerra basata su informazioni errate che erano state selezionate con cura in modo da poter attaccare un paese che non aveva nulla a che fare con l’11 settembre. Greengrass non era obbligato a inserire il sottotesto nel suo thriller di spionaggio, ma anche abbastanza esperto da lasciare il commento politico seminascosto sotto un intenso film d’azione. Film che non solo ha aumentato la credibilità di Matt Damon come un eroe spietato, ma ha trovato un modo utilizzare la cinematografia a mano libera al massimo dei suoi effetti.

La trama

La trama di “Supremacy”, come “Identity”, coinvolge Bourne che cerca di sopravvivere alle forze oscure che agiscono contro di lui usando le sue fantastiche abilità nello spycraft, nelle arti marziali e correndo molto velocemente. Il film funziona perché Matt Damon incarna Bourne senza aggiungere alcun appariscente eroismo. Il film offre una serie di combattimenti, inseguimenti, complotti e inseguimenti, punteggiati da un po’ di introspezione. La parola migliore per Bourne è “ostinato”. Dopo una breve illusione di felicità, abbassa la testa e marcia senza sosta nelle tane dei suoi nemici, senza nemmeno preoccuparsi dei travestimenti, perché usa se stesso come esca. Indossa sempre la stessa camicia nera, pantaloni e giacca, nelle scene che lo portano dall’India all’Italia, dalla Germania alla Russia.

Perché i nemici di Bourne sono pronti a spendere milioni per sterminarlo?

Forse non lo sono. Forse soffre della sindrome del candidato della Manciuria, una malattia che riempie i tuoi incubi con lampi sconnessi di qualcosa di terribile che può o non può esserti successo. Una serie di tagli rapidi delle scene da la sensazione di questo gioco di memoria. Il film è composto da ingredienti thriller standard e scorre da una sequenza d’azione all’altra in India e in Europa, con tagli all’azione parallela a Washington e New York. L’inventiva di Bourne è la chiave distintiva di questo film rispetto ad altri thriller. C’è una scena in cui impiega circa quattro secondi per disarmare un agente e rubargli l’elenco dei contatti del cellulare. E che dire dell’uso innovativo che trova per un tostapane?

Il ruolo del cattivo in The Bourbe Supremacy

Il film osserva la Legge dell’economia dello sviluppo del personaggio, che ci insegna che quando un attore importante viene utilizzato in un ruolo apparentemente subordinato, è il cattivo. In realtà il mistero di The Bourne Supremacy non è perché Bourne sia preso di mira, ma se morirà. Sopravvive a una trappola letale e a un’imboscata dopo l’altra, saltando giù da ponti, facendo schiantare macchine, uccidendo aggressori e infine zoppicando un po’ dopo un inseguimento che avrebbe dovuto ucciderlo.

L’inverosimile e l’esagerazione

C’è una scena di inseguimento in cui requisisce un taxi e guida una squadra di auto attraverso una versione urbana di Demo Derby. Sebbene il film non si soffermi sulle vittime, supponiamo che decine di auto siano state distrutte e dozzine di persone siano state uccise o mutilate in questo incidente, e dobbiamo chiederci: questo costo in vittime innocenti è giustificato nella causa del salvataggio della vita di Jason Bourne ? Alla fine del film c’è una scena sentita in cui si scusa. Se mai tornerà a Berlino, dovrà scusarsi con centinaia se non migliaia di persone, supponendo che un linciaggio non lo raggiunga prima.

Matt Damon e Steven Soderbergh ancora insieme per No Sudden Move

Commenti