The 100: le morti più tristi della serie tv

0
8337
The 100: le morti più tristi della serie tv

The 100: quali sono le morti dei personaggi più tristi della serie tv? Leggi il nostro articolo per scoprire la classifica.

The 100: quali sono le morti più tristi della serie tv?

È molto difficile parlare di The 100 senza parlare anche della scomparsa dei suoi personaggi. La serie ei suoi personaggi sono definiti dalla morte, indipendentemente dal fatto che sia stata eseguita dalle proprie mani, dalle mani di altri, dal sacrificio di sé o dal suicidio.

Clarke Griffin

Tecnicamente, Clarke Griffin è sopravvissuta alla serie, ma ciò non significa che il suo personaggio fosse importante nell’ultima stagione. Sin dall’inizio, le sue scelte hanno avuto un effetto importante sulla trama. Ma se hai guardato la settima stagione, allora sai che la Clarke non è più quella di prima.

Anya kom Triku

Prima che Lexa rubasse il cuore a molti fan di The 100, Anya kom Triku era il leader dei terrestri nella prima stagione.

Il massacro di Pike

I terrestri sono stati uccisi da una squadra guidata da Pike che includeva Bellamy. Anche se Bellamy ha cercato di risparmiare i feriti, ha potuto salvare solo Indra che ha informato Clarke e Lexa di quello che era successo.

Finn Collins

Nonostante sia comparso solo una stagione e mezza, Finn Collins era un personaggio importante per la trama. In ogni caso, i fan di Bellarke (Clarke e Bellamy) non l’hanno mai amato. Rimane una delle morti più tristi di The 100.

Il massacro di Finn degli abitanti del villaggio

Durante il massacro Finn ha iniziato ad uccidere i terresti che stavano cercando di scappare perché pensava che tenessero in ostaggio i suoi amici. Si è fermato solo quando ha visto Clarke, ma erano già morte 18 persone.

Mount Weather

L’uccisione di oltre 300 persone, inclusi bambini e uomini della montagna, che aiutavano Bellamy a liberare gli Skaikru e i prigionieri terrestri, fu difficile da sopportare.

Madi Griffin

Così come Clarke, anche il personaggio di Madi è cambiato molto nell’ultima stagione, diventando una bambina spaventata ed indifesa.

Diyoza

La morte di Diyoza era coerente con il suo personaggio. Ha sacrificato la sua vita per assicurarsi che sua figlia, Hope, non avesse commesso un orribile atto di genocidio.

L’abbattimento sull’Arca

Kane e Jaha pianificarono di uccidere silenziosamente alcuni abitanti dell’Arca interrompendo l’ossigeno mentre dormivano.

The 100: altre morti tristi della serie tv

Monty Green

Monty è l’unico personaggio in questa lista che non è morto tragicamente, ma la sua morte è stata comunque una delle morti più tristi di The 100.

Wells Jaha

L’omicidio di Wells Jaha, per mano di un dodicenne in lutto nel terzo episodio della prima stagione, è il motivo per cui alcuni spettatori neri hanno smesso di guardare la serie.

Jasper Jordan

La morte di Jasper è una delle più tragiche della serie perché dopo il genocidio e la perdita di Maya decide di suicidarsi.

Lincoln kom Triku

Le immagini della sua esecuzione per mano di chi detiene il potere hanno suscitato scalpore tra gli uomini neri in tutta America.

Bellamy Blake

Morire per mano di Clarke dopo essere caduto preda di una setta non è una morte soddisfacente per un personaggio come Bellamy.

Lexa kom Triku

Il suo omicidio accidentale è stata una delle morti più traumatiche per tutti i fan di The 100.

LEGGI ANCHE: The 100 finirà con la stagione 7, ormai è certo

Commenti