System of a Down: pubblicati due inediti

0
776

I continui bombardamenti di turchi e azeri contro i civili del Nagorno-Karabakh hanno spinto i System of a Down a pubblicare due inediti. Prodotti entrambi dal chitarrista Daron Malakian, “Protect The Land” e “Genocidal Humanoidz” sono l’aiuto concreto che la band armeno-statunitense ha mostrato per il suo popolo. Le canzoni sono ora in streaming su tutti i servizi musicali e sono disponibili per l’acquisto su Bandcamp con i diritti d’autore della band destinati al Fondo Armenia.

Daron Malakian (chitarra, voce), Serj Tankian (voce), Shavo Odadjian (basso) e John Dolmayan (batteria) sono tornati ai pubblicare nuova musica a distanza di 15 anni. L’ultimo disco in studio della band, Hypnotize, risale addirittura al 2005.

Per quale motivo i System of a Down hanno pubblicato due brani inediti?

Come detto, le motivazioni dietro a tale pubblicazioni sono squisitamente politiche. Da sempre la band, soprattutto il cantante Serj Tankian, si batte per i diritti del popolo armeno. La recente deflagrazione della guarra contro l’Azerbaijan, ben supportata dalla Turchia di Erdogan, ha spinto la band ad agire.

“Ho scritto un messaggio ai ragazzi. Non importa come ci sentiamo, non importa quali problemi persistono tra di noi, dobbiamo metterli da parte perché quello che sta accaendo alla nostra gente è più importante della sopravvivenza della band. Dobbiamo fare qualcosa per sostenere la nostra gente”. Queste le parole di Dolmayan riportate da Blabbermouth.

Il video di Protect the Land

Di particolare interesse è il video musicale di “Protect the Land”, diretto ed ideato da Shavo Odadjian. La band lo ha costruito con le immagini reali della guerra, con donne, anziani e bambini sofferenti. Un video molto forte che suggella il legame speciale tra i SOAD e la loro terra di origine.


SYSTEM OF A DOWN e KORN: in Italia per l’I-Days 2020!

SYSTEM OF A DOWN, ecco il nuovo tour europeo

Commenti