Stranger Things: primo episodio terza stagione

0
645

Una delle serie più amate di Netflix, Stranger Things, giunge alla terza stagione e dopo due anni di attesa le aspettative sono alte.

La centrale

Tutto ruota attorno alla centrale, simile a quella di Dark, e agli esperimenti che si svolgono in essa. La scorsa stagione si era conclusa con la chiusura del portale da parte di Eleven. Ma già all’inizio c’è un problema: una società segreta russa vuole riaprire il varco. Per quale motivo? Saranno loro i nuovi nemici? Stranger Things vuole fare riferimento alla Guerra Fredda?

Le storie d’amore

L’attenzione si sposta poi sulla cittadina e, a parte questo iniziale dettaglio sull’Upside Down, nella puntata se ne fa poca menzione. I nostri protagonisti sono ormai cresciuti e, quasi adolescenti, sono tutti fidanzati, eccetto il solitario Will. Il nostro amato Dustin è appena tornato dopo un mese di vacanza con…una nuova fidanzata! Ecco svelata l’identità di Suzie che però non compare sulla scena. Tenta di contattarla, ma lei non risponde. Proprio in questo i ragazzi intercettano la trasmissione radio russa, di provenienza al momento sconosciuta.

Gli adulti

Steve è sempre più simpatico e amato dai fan. Sembra essere diventato il migliore amico dei ragazzi e il loro punto di riferimento. Lavora nel nuovo centro commerciale appena aperto nella città. Al contrario, Billy, l’antipatico delle scorse stagioni, ora lavora come bagnino e sembra essere il bersaglio delle attenzioni di alcune non più giovanissime donne. Durante uno di questi episodi di corteggiamento finalmente vediamo di nuovo i mostri che ci hanno accompagnato per le due stagioni precedenti. Uno di essi improvvisamente trascina Billy nell’Upside down dove sembra esserci una sua copia perfettamente identica all’originale.

Una nuova minaccia?

La neonata coppia Nancy-Jonathan ha trovato lavoro presso lo studio giornalistico Hawkins Post. Facciamo una piccola precisione: lui si occupa di fotografia, lei è una semplice segretaria addetta al caffè e al pranzo. Purtroppo il maschilismo emerge particolarmente e Nancy si sente oppressa in questa condizione.

Vogliono conquistarsi la fiducia dei giornalisti affermati e cercano improbabili piste per trovare scoop ed essere notati. Una signora li contatta per un avvenimento strano riguardante topi e malattie. Solo alla fine capiamo che qualche forza oscura sta facendo esplodere i topi in una fabbrica abbandonata. Di che cosa si tratta? E’ opera del Mind Flyer?

Comicità

La serie è principalmente comica e Eleven e Mike sono tra i personaggi più divertenti. Ma soprattutto il loro rapporto con Hopper, che si considera il padre della ragazza e si sente geloso della loro relazione. Per questo motivo proibisce bruscamente a Mike di vedere Eleven e questa scelta avrà delle conseguenze.

Ricompare anche Bob in un flashback che alimenta un po’ di malinconia nel clima divertente che si era venuto a creare. La puntata prende una piega macabra e violenta solo verso la fine come le stagioni precedenti in cui Steve ha ucciso il Demogorgone con una mazza chiodata.

Conclusioni

L’inizio è lento, come ci si aspetta dalla prima puntata che è solitamente introduttiva. Il punto di forza di Stranger Things è l’alternanza delle parti comiche con le parti di azione e di fantascienza con molti jumpscares. Forse in questo momento la serie sta puntando troppo sulle relazioni tra i personaggi e poco sulla minaccia dell’Upside Down. Vedremo come si evolverà la storia negli episodi successivi.

Commenti