Stash: il cantante indagato per ricettazione

0
436
Stash

La procura di Milano indaga su Stash, il frontman dei The Kolors.

Stash: di cosa è accusato?

Stash finisce nel mirino della procura di Milano nell’ambito di un processo che da 3 anni coinvolge una sua amica. A dare la notizia in anteprima è il quotidiano “Il Giorno”. Il frontman dei The Kolors noleggia tre auto, due Ferrari e una Maserati. Pare però che le auto siano state pagate con denaro proveniente da conti riconducibili alla società Air Protech di Magenta, ditta alla quale Sonia Caparezzi (questo il nome dell’amica di Stash sotto processo) avrebbe sottratto 3 milioni di euro. Il legale del cantante chiarisce che il suo assistito è all’oscuro di ogni attività illecita. La procura di Milano però indaga sulla questione, cominciata nel lontano 2018.

Stash: il caso Caparezzi

Sonia Caparezzi, amica di Stash, era coinvolta in un processo penale. Nel 2018, dopo un controllo fiscale, le autorità scoprirono che la contabile aveva sottratto soldi dai conti aziendali Air Protech di Magenta, per poi trasferirli in altri conti correnti a lei riconducibili. Stash sottoscrisse un contratto di noleggio per le auto, che però erano state pagate con i fondi sottratti alla società dove lavorava la contabile. L’accusa per il cantante è di ricettazione. Il Pm della procura di Milano, Giovanni Polizzi, apre una pista secondaria sull’indagine del caso che vede coinvolta Sonia Carapezzi. Che, a proposito, è stata condannata a 1 e 6 mesi per aver sottratto i famosi 3 milioni.

Estraneo ai fatti

Venuto a conoscenza dell’indagine, Stash fa sapere tramite il suo avvocato difensore di essere estraneo alla vicenda. Il cantante non sapeva che le auto da lui noleggiate fossero pagate con i fondi sottratti alla ditta nella quale lavorava Sonia Caparezzi ed è pronto a chiarire la sua posizione davanti al giudice delle indagini preliminari. L’udienza dovrebbe tenersi a Milano intorno a metà luglio.

Commenti