“Space Cowboy”: il nuovo album di Tommaso Paradiso

0
604
Space Cowboy

Uscirà a gennaio “Space Cowboy”, ultimo album del cantautore Tommaso Paradiso. Il 15 settembre, invece, arriva il primo singolo.

“Space Cowboy”: che album è?

Tommaso Paradiso non ha bisogno di presentazioni. È un cantautore, autore e musicista passato alla ribalta per la militanza nei Thegiornalisti, insieme a Marco Primavera e Marco Antonio Musella. Il debutto avviene a settembre 2011 con l’album “Vol.1”, seguito qualche mese più tardi da “Vecchio” e nel 2014 da “Fuoricampo”. Nel 2015 Tommaso firma la sua prima importante collaborazione come autore, partecipando con Luca Carboni alla scrittura del brano “Luca Lo Stesso”. Nel 2016 pubblica con i Thegiornalisti “Completamente Sold Out”, album certificato disco di platino, che conquista grandi consensi e riceve diversi premi. Il successo e l’abilità di paroliere lo spingono ad un certo punto a mettersi in proprio. Space Cowboy è un esempio del suo talento di scrittore: un album equilibrato e scanzonato.

“Space Cowboy”: è già in pre-order

Da oggi è disponibile in pre-order “Space Cowboy”, il nuovo album di Tommaso Paradiso, la cui uscita è prevista per l’inizio del 2022. All’album seguirà il tour nei più importanti palazzetti italiani, riprogrammato per la primavera 2022. Grazie alla scrittura di Tommaso Paradiso, il nuovo album è un disco che sta in equilibrio fra la parte più profonda e poetica del cantautore e l’irriverenza trascinante di brani più scanzonati. Un dualismo che si riflette anche nella musica, in cui nuove sonorità si uniscono a quelle romantiche e nostalgiche che hanno da sempre caratterizzato il suo stile.

Tommaso Paradiso si racconta

“Ringrazio quell’omino che un giorno non precisato di tantissimi anni fa si dimenticò di raggiungermi nella sala prove di via Carlo Mirabello”, racconta Tommaso Paradiso in un comunicato stampa. “Mi preparai mesi per quel provino, ma lui, quel produttore, non venne. Semplicemente si dimenticò, o forse nella sua testa quell’appuntamento non era mai esistito. Quella mattina piansi, ero deluso, ma cominciai a sognare”. Il momento descritto dal cantautore sancisce l’inizio della sua carriera. Da quel momento in poi, le canzoni cominciarono a fargli visita, scacciando le delusioni e i cattivi pensieri. “Le canzoni sono diventate la mia unica salvezza, un grido, un gesto di follia, uno squarcio, la compagnia del presente, il legame con il passato, tutte le immagini di proiezioni future, lettere imbustate e spedite con il cuore sopra”, continua il cantautore. “Non so se le canzoni siano genitori o figli, non l’ho ancora capito, fatto sta che oggi mi hanno accompagnato qui, in un’altra stazione, in un altro punto dello spazio e del tempo, in un’altra storia tutta da vivere e da raccontare.”

Commenti