Se sei stufo dei supereroi The Boys fa per te – Recensione

Annoiato a morte di mantelli fluttuanti? Questa commedia è un gradito sollievo dall'eccesso di Marvel

0
331
the boys

I supereroi sono grandi affari nella fantastica commedia di Amazon. Per coloro che semplicemente non ne hanno mai abbastanza di supereroi, The Boys fa un giro malvagio su alcuni archetipi ormai molto familiari e offre anche un furbo correttivo alla nostra attuale era di adorazione cieca. The Boys è allegro, violento e comico.

The Boys si svolge in un mondo in cui i cosiddetti “super-abili” sono sia reali che onnipresenti, dominando la cultura e il commercio in un modo che sembra inevitabile. I più brillanti e i migliori sono i Sette, un supergruppo brillante rappresentato dalla blandamente minacciosa corporazione Vought e diretto dalla calcolatrice Madelyn (Elisabeth Shue).

Questi personaggi in costume sono stati così tanto commercializzati che anche la macchina per merchandising Marvel potrebbe trovare un po ‘sgradevole.

Tra le apparizioni in chat e l’approvazione di bevande energetiche, l’occasionale azione malvagia è sventata fotogenicamente, sebbene Vought stia anche chiudendo alcuni lucrosi contratti di difesa con il governo.

Trama di The Boys

All’inizio vediamo il volto pubblico di questi eroi gestito dallo stage attraverso gli occhi degli ammiratori. Il timido commesso del negozio di elettronica Hughie (Jack Quaid) è una delle piccole persone, felice di guardare con soggezione a questi campioni. Dopo una serie di incontri sconvolgenti – uno che lascia così tanto sangue e viscere sulla strada che alcuni spettatori potrebbero decidere di cambiare canale – si scopre che la maggior parte dei supereroi ha super-difetti e super-vizi.

Entra quindi in scena Billy Butcher (Karl Urban), un tipo ombroso della CIA. Butcher vuole riattivare la sua unità anti-supereroe ad hoc The Boys e vede Hughie come la prima potenziale recluta.

Questo accresce la tensione, che si diffonde nel resto della serie divisa in otto puntate. È essenzialmente una storia di guerra asimmetrica mentre Butcher, Hughie e alcuni altri alleati inaspettati cercano di superare gli avversari che hanno dalla loro una forza colossale, visione a raggi X e un super udito. Come umani, i ragazzi del gruppo The Boys devono fare affidamento su astuzia, inventiva crudeltà e stupida fortuna.

The Boys si basa sui fumetti di Garth Ennis – uno scrittore che ama le figure autoritarie in ginocchio, che siano in mantello o in tonaca – ed è stato portato sullo schermo dai produttori Seth Rogen ed Evan Goldberg. Aspettiamo la seconda stagione.

Le uscite di Amazon Prime Video di Marzo 2020

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here