Rula Jebreal: dichiarazione al vetriolo contro i vertici della RAI

Rula Jebreal non è stata considerata per davvero come co-conduttrice di Sanremo, ma per un tipo di intervento che ha dato fastidio. Ecco cos'ha dichiarato.

0
736

AGGIORNAMENTO: dopo le polemiche qui riportate, la Rai ha fatto dietrofront: lJebrer prenderà parte a Sanremo.

Dopo la rivelazione in anteprima dei nomi dei BIG in gara (QUI PER APPROFONDIRE), quella di Rula Jebreal è stata la seconda polemica in ordine cronologico ad essere spuntata sul Festival di Sanremo 2020. In un primo momento si era diffusa la voce che la giornalista palestinese naturalizzata italiana fosse stata considerata come conduttrice e poi esclusa per motivi legati alle polemiche di stampo sovranista.

Del resto, la giornalista non è solo una persona molto intelligente e competente nel suo lavoro, ma è anche una donna dotata proprio di quella bellezza eterea e prorompente che accomuna quasi tutte le co-conduttrici che si sono mai avvicendate sul palco dell’Ariston. Ciononostante, oggi scopriamo che i progetti per lei erano differenti.

Che cosa è successo fra la giornalista e la RAI?

Secondo quanto dichiarato da Rula Jebreal a Repubblica, infatti, non era previsto da nessuna parte che lei si improvvisasse conduttrice proprio su un palco importante come quello dell’Ariston – non che sarebbe stata la prima volta, comunque. La giornalista avrebbe dovuto prendere parte soltanto alla prima serata del Festival per fare, appunto, il suo lavoro: la giornalista. Rula Jebreal avrebbe avuto a sua disposizione uno spazio in cui riportare i dati circa la violenza sulle donne: dati raccolti da una fonte autorevole, l’ONU, ma plasmati attraverso un monologo che avrebbe avuto lo scopo di coinvolgere anche emotivamente gli spettatori, di spingerli a riflettere.

Rula Jebreal era pronta a mettersi “a nudo”, ma non come molti spettatori avrebbero gradito: la giornalista avrebbe parlato anche di sua madre, morta suicida dopo aver subito uno stupro, a mo’ di esempio per tanti altri casi analoghi che non hanno purtroppo una voce come la sua in grado di raccontarli. Ma a quanto pare i vertici della RAI non avrebbe gradito ciò, e che avrebbero chiesto alla Jebreal di farsi da parte: ecco che cos’ha detto la giornalista nello specifico.

La dichiarazione di Rula Jebreal

La rai ha iniziato a tergiversare sul contratto ed a rinviare le prenotazioni dei voli. […] Successivamente, mi hanno pregata di rinunciare spontaneamente ma mi sono rifiutata. gli ho mandato un messaggio scritto: “se volete censurarmi dovete essere voi ad assumervi le vostre responsabilità”.

qualcuno si è spaventato che venisse offerta una ribalta a italiani nuovi, a persone diverse che appartengono a un’italia inclusiva, tollerante, aperta al mondo, impegnata in missioni di dialogo e di pace. in rai c’è un brutto clima. Ma ci tengo a specificarlo: amadeus non ha alcuna colpa.

Vedremo se la RAI risponderà a questo attacco.

Commenti