Robert Smith: il cantante dei Cure parla del nuovo album

In un'intervista concessa al Sunday Times, il cantante dei The Cure ha raccontato le difficoltà affrontate nella realizzazione del nuovo album della band.

0
320
Robert Smith

Da quanto Robert Smith ha dichiarato in una recente intervista al Sunday Times, il prossimo album dei The Cure potrebbe essere anche l’ultimo. O almeno, questa è l’idea che si sono fatti i fan, dopo che il cantautore ha definito il lavoro al nuovo materiale “uno sforzo irripetibile”. Ma cosa ha detto esattamente?

Che cosa ha detto Robert Smith?

“Il nuovo materiale è emotivamente forse. Sono dieci anni di vita distillati in due ore intense di musica”. Così Robert Smith ha descritto il nuovo album della band, alimentando ulteriormente le aspettative dei fan. Il problema principale, racconta il cantautore, è stata la scrittura dei testi. “Abbiamo registrato una ventina di canzoni ed io non avevo ancora scritto alcun testo. O meglio, ho scritto un sacco di roba, ma quando la rileggevo mi sembrava spazzatura. Il punto è che sono diventato ipercritico con me stesso. Mi dicevo ‘A chi potrà mai interessare questa roba?’. Davvero pessima. Riascoltavo i pezzi: la musica migliore mai fatta dalla band e parole banali”.

Come molti artisti, dunque, Robert Smith non risparmia critiche feroci al suo stesso lavoro. Tanto che, l’anno scorso, il cantautore aveva deciso di mollare e che i brani sarebbero rimasti in forma strumentale. “Ma quest’anno sono tornato a lavorarci sopra”, racconta. “L’anno scorso è stato difficile per vari motivi, non ultimo la pandemia. Ma le cose che ho scritto quest’anno mi piacciono”. Il problema che rimane, però, è la ripetitività. “Su quanti argomenti puoi scrivere? Se cerchi di trovare parole nuovi esci dal tuo linguaggio usuale, ed è tremendo”.

Un lavoro intenso, dunque, non solo emotivamente. Tanto che Robert Smith ha concluso dicendo “Non penso che faremo mai più una cosa simile”. Sono proprio queste parole che hanno portato i fan della band a chiedersi se quello in uscita non sia il loro ultimo album.

La faida con Morrissey

Nell’intervista, c’è stato anche modo di parlare della fantomatica faida che coinvolgerebbe lo stesso Robert Smith e Morrissey, il cantante degli Smiths. Il contrasto tra i due artisti è entrato nell’immaginario collettivo dei fan, ma Smith lo ha definito, senza mezzi termini, “una faida immaginaria”. E ha raccontato anche la sua origine: “Non mi piacevano particolarmente gli Smiths. Per un breve periodo siamo stati competitor, ma la loro musica non mi diceva granché. Non li detestavo dal punto di vista personale, semplicemente non li conoscevo. Perché si è diffusa l’idea di una faida tra noi due? La gente vuole disperatamente che diventi una soap opera”.

Commenti