Revenge – Vendetta (1990): trent’anni dopo

0
594

Nel 1990 usciva “Revenge – Vendetta”  diretto dal regista britannico Tony Scott con protagonista Kevin Costner, Jesse Corti e Anthony Quinn.  La pellicola è tratta dal romanzo di Jim Harrison. Trent’anni dopo il suo debutto nelle sale “Revenge” è ancora un opera discussa dalla critica.

Guardia Del Corpo – La grande prova d’attrice di Whitney Houston

Revenge – Vendetta (1990): Trama

Jay Cochran (Kevin Costner) pilota di caccia e veterano del Vietnam si congeda dalla Marina e raggiunge il suo amico Tibey Mendez (Anthony Quinn) in Messico, il quale gli deve la vita, che lo ha invitato per una vacanza all’insegna del relax nella sua proprietà a Puerto Vallarta. Una volta giunto alla villa Jay si accorge che la casa è piena di guardie del corpo dell’amico che, in realtà è un potente boss locale noto con il nome di Tiburon che in spagnolo significa “Squalo”. Qui Cochran conosce Mireya (Madeline Stowe) la bellissima moglie di Tiburon. Tra i due nasce un incontrollabile passione, un rapporto mortalmente pericoloso che suscita nell’ex pilota un forte senso di colpa. Quando il boss scopre il tradimento mette in atto una vendetta tremenda e spropositata. Jay viene picchiato brutalmente e Miryea viene sfregiata e fatta rinchiudere in bordello. Il sodato viene ritrovato da uno sconosciuto che lo cura e una volta ripreso decide di mettersi in viaggio alla ricerca dell’amata.

Revenge: critica, curiosità e cast

“Revenge – Vendetta” uscì nel 1990 e raccolse più consensi nella distribuzione home-video rispetto al botteghino, nelle sale cinematografiche il film raccolse solamente 16 milioni di dollari, anche la critica non fu benevola nei confronti della pellicola che venne definita “banale e convenzionale”.  Il film rappresenta uno scivolone Tony Scott che giunge arriva dopo una serie di successi tra cui “Top Gun” del 1986 e “Beverly Hills Cop II” nel 1987.

“Top Gun: Maverick”: il sequel di Top Gun nel 2020

Una curiosità: il regista reclutò all’ultimo la moglie Madeleine Stowe, in seguito al rifiuto dell’ultimo minuto dell’italiana Elena Sofia Ricci. Kevin Costner, amareggiato dalla scarsa accoglienza nelle sale del film, si buttò anima e corpo nella produzione e recitazione di “Balla coi lupi“, la sue personale rivincita cinematografica. 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here