Principe Filippo: ecco la musica eseguita al funerale

La musica da suonare al funerale è parte di un’organizzazione del funerale del principe consorte durata 18 anni

0
1007
Principe Filippo

Ieri 17 aprile, presso il Castello di Windsor, ha avuto luogo il funerale del principe consorte Filippo di Edimburgo. Filippo, che organizzava la sua cerimonia funebre da ben 18 anni, ha avuto gran cura nella scelta della musica che è stata eseguita.

Che musica è stata eseguita al funerale del principe Filippo?

Il 17 aprile si sono tenuti al Castello di Windsor i funerali di Filippo di Edimburgo, principe consorte della regina Elisabetta II d’Inghilterra. Filippo organizzava la propria cerimonia funebre da ben 18 anni. Ha avuto una particolare cura nella scelta della musica eseguita. Un coro di quattro persone alla St George’s Chapel ha infatti eseguito “Eternal Father, Strong to Save” di William Whiting, inno della cerimonia, nonché tre canzoni scritte per volere dello stesso principe Filippo.

La musica scelta aveva un significato per Filippo

Il brano di William Whiting, scritto nel 1860, è ispirato ai pericoli del mare del Salmo 107. Questo è il motivo per cui la canzone è conosciuta anche con il nome di “For those in Peril on the Sea”. Questo canto ha un significato che lo collega in parte al principe Filippo, che prestò servizio nella Marina britannica durante il secondo conflitto mondiale e spesso raccontava dei pericoli e al contempo delle bellezze del mare. Diceva: “Ha stati d’animo così straordinari che a volte senti che questo è l’unico tipo di vita ce vorresti e dieci minuti dopo stai pregando per non morire”.

Gli altri brani eseguiti

Le altre canzoni sono, come si è detto, state scritte su volere del principe consorte stesso. “The Jubliate”, scritto dal compositore inglese Benjamin Britten per il Coro di San Giorgio, è inteso letteralmente come un “canto di gioia”, con un riferimento all’ingresso delle porte di Dio con riverenza”. Il quartetto di cantanti ha eseguito anche una versione del Salmo 104, con la direzione di James Vivian. La canzone è stata musicata dal chitarrista e compositore William Lovelady. Il principe Filippo aveva avuto modo di ascoltare questa composizione in occasione del suo settantacinquesimo compleanno, nel 1996.

I trombettieri dei Royal Marines hanno eseguito l’allerta in tempo di guerra, tradizione spesso associata ai funerali navali. Al funerale i musicisti hanno eseguito anche “Adagio Expressivo” di Sir William Harris, “Salix” di Percy Whitlock e “Berceuse (Op 31 n. 19)” del francese Louis Vierne. Al termine della cerimonia, un Maggiore del Reggimento Reale di Scozia ha suonato un Lamento mentre la bara del duca è stata calata nella volta reale. A completamento del tutto, i musicisti hanno eseguito l’inno nazionale.


Leggi anche: Le star si stringono attorno alla famiglia reale: tanti i messaggi di cordoglio

Commenti