In occasione del quarantesimo anniversario dell’uscita di “Permanent Waves”, è prevista, per il 27 marzo 2020, la pubblicazione di una ristampa dell’album con il quale i Rush si sono affacciati agli anni ’80, dopo il grande successo riscosso grazie agli apprezzatissimi dischi realizzati nella seconda metà degli anni ’70. “Permanent Waves”, pubblicato per la prima volta il 14 gennaio 1980, ha inaugurato una nuova era per il trio canadese, formato dal bassista e cantante Geddy Lee (Toronto, 29 luglio 1953), dal chitarrista Alex Lifeson (Fernie, 27 agosto 1953) e dal batterista e paroliere Neil Peart (Hamilton, 12 settembre 1952 – Santa Monica, 7 gennaio 2020). Questa nuova fase si è mostrata sin da subito caratterizzata da un passaggio piuttosto netto a sonorità radio-friendly, ancor più evidente se si ascolta questo disco dopo aver ascoltato i lavori che lo hanno appena preceduto, ossia “A Farewell to Kings” (1977) e “Hemispheres” (1978). Brani come “The Spirit of Radio” e “Freewill” (entrambi di durata appena inferiore o appena superiore ai 5 minuti) risultano più orecchiabili e radiofonici all’ascolto, e infatti, all’epoca, venivano frequentemente trasmessi in radio, con i conseguenti maggiori riscontri commerciali. “The Spirit of Radio”, in particolare, è stato immediatamente ben accolto dal pubblico, anche in virtù del fatto che si tratta di un pezzo molto immediato e d’impatto, ed è quindi divenuto una presenza fissa all’interno delle scalette dei concerti, oltre ad essere probabilmente uno dei brani più noti della band. Nonostante la “virata” artistica, non manca, in “Permanent Waves”, un pezzo chiaramente ricollegabile al Progressive Rock tanto caro ai Rush, ossia “Natural Science”, la cui durata si aggira intorno ai nove minuti e che consiste nel brano di chiusura dell’album. Si tratta di una composizione strutturata in tre distinti movimenti (“Tide Pools”, “Hyperspace” e “Permanent Waves”) e riguardante concetti e temi afferenti all’ambito scientifico e tecnologico, ponendo l’accento sulla posizione dell’uomo.

La copertina originale dell’album “Permanent Waves” (1980) dei Rush
La copertina dell’Edizione Super Deluxe di “Permanent Waves”

L’Edizione Super Deluxe di “Permanent Waves” consterà di 2 CD e di 3 LP. Il secondo CD e il secondo e il terzo LP conterranno tracce fino ad ora inedite e registrate dal vivo nel 1980, durante concerti del Tour Mondiale in promozione dell’album, tenutisi al Manchester Apollo di Manchester, all’Hammersmith Odeon di Londra e al Kiel Auditorium di St. Louis, nel Missouri. Tra i brani registrati dal vivo, spiccano alcuni dei pezzi fondamentali della produzione e della carriera dei Rush, quali, ad esempio, la meravigliosa “Xanadu” (la cui versione originale registrata in studio è presente in “A Farewell to Kings” del 1977) e la articolata e tipicamente progressive “Cygnus X-1” (strutturata in due parti, delle quali la prima è l’ultima traccia di “A Farewell to Kings” e la seconda è la prima traccia del successivo “Hemispheres” del 1978). Ci sono poi versioni live di alcuni brani di “Permanent Waves”, quali “The Spirit of Radio”, “Freewill” e “Natural Science”. Oltre a questi contenuti prettamente musicali, l’Edizione Super Deluxe sarà impreziosita da foto inedite provenienti dall’archivio della band, da un poster, da alcune note e testi scritti dal compianto Neil Peart.

I Rush all’inizio degli anni ’80. In senso orario a partire da sinistra: Alex Lifeson, Geddy Lee e Neal Peart

Rush: “Permanent Waves” – Edizione Super Deluxe per il quarantesimo anniversario

CD1: “Permanent Waves”

1. The Spirit Of Radio
2. Freewill
3. Jacob’s Ladder
4. Entre Nous
5. Different Strings
6. Natural Science

CD2: “Permanent Waves”, Tour Mondiale del 1980

1. Beneath, Between & Behind (Live in Manchester)
2. By-Tor & The Snow Dog (Live in London)
3. Xanadu (Live in London)
4. The Spirit Of Radio (Live in Manchester)
5. Natural Science (Live in Manchester)
6. The Trees (Live in Manchester)
7. Cygnus X-1 (Live in London)
8. Cygnus X-1 Book II (Live in London)
9. Closer To The Heart (Live in Manchester)
10. Jacob’s Ladder (Live in Missouri)
11. Freewill (Live in London)

LP1: “Permanent Waves”

1. The Spirit Of Radio
2. Freewill
3. Jacob’s Ladder
4. Entre Nous
5. Different Strings
6. Natural Science

LP2: “Permanent Waves”, Tour Mondiale del 1980
1. Beneath, Between & Behind (Live in Manchester)
2. By-Tor & The Snow Dog (Live in London)
3. Xanadu (Live in London)
4. The Spirit Of Radio (Live in Manchester)
5. Natural Science (Live in Manchester)
6. A Passage To Bangkok (Live in Manchester)
7. The Trees (Live in Manchester)

LP3: “Permanent Waves”, Tour Mondiale del 1980
1. Cygnus X-1 (Live in London)
2. Cygnus X-1 Book II (Live in London)
3. Closer To The Heart (Live in Manchester)
4. Jacob’s Ladder (Live in Missouri)
5. Freewill (Live in London)

Qui sotto, “The Spirit of Radio”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here