“Nero su bianco”: i 99 Posse omaggiano George Floyd

0
331
Nero su bianco

I 99 Posse onorano la memoria di George Floyd con il brano “Nero su bianco”.

“Nero su bianco”: che brano è?

Il 25 maggio 2020 muove George Floyd. Ad ucciderlo è Derek Chauvin, un poliziotto bianco americano. L’agente gli tiene un ginocchio sul collo mentre lo arresta. “I can’t breathe”, mormora Floyd, che non riesce a parlare per via della pressione. Il 46enne afroamericano muore su un marciapiede. A un anno di distanza dall’evento, i 99 Posse ricordano George Floyd con il singolo “Nero su Bianco”. Il singolo esce il 25 maggio scorso e potrebbe far parte di un progetto più grande. I fan della band partenopea sperano in un album. Nulla è confermato per il momento. L’unica cosa certa è la rabbia e l’indignazione che il video del brano esprime. Il trio non è nuovo a questo genere di magia musicale. Non a caso nascono come collettivo politico.

“Nero su bianco”: la denuncia dei 99 Posse

I 99 Posse nascono come collettivo politico di estrema sinistra, impiegato nel progetto di liberazione degli spazi abbandonati di Napoli. Questo spiega perché i temi trattati nelle loro canzoni abbiano a che fare con la politica. Con “Nero su bianco” il trio allarga la portata del colpo. La morte di George Floyd ha un significato particolare. La risonanza che ha ancora oggi l’evento, a distanza di un anno, è enorme. In America, poi, la condizione degli afroamericani continua ad essere inferiore rispetto a quella dei bianchi. Con questo brano i 99 Posse ci invitano a riflettere. “Siamo qui perché non abbiamo idea ma riusciamo ad intuire”, dicono in un comunicato.

Il messaggio dei 99 Posse

“Conosciamo bene il fascismo, in quanto partigiani”, dice il trio nel comunicato. “Conosciamo bene il classismo, in quanto bianchi non privilegiati. Conosciamo bene anche il razzismo, in quanto meridionali. Conosciamo benissimo gli abusi di potere, in quanto soggetti bianchi devianti, eppure non abbiamo idea. Abbiamo solo nausea e conati di vomito. E non respiriamo più”.

Commenti