Nel ricordo di Rino Gaetano

0
379
Rino Gaetano

Sono passati oramai 39 anni dalla morte del grande cantautore italiano Rino Gaetano, lo vogliamo ricordare così.

Calabria mon amour

Salvatore Antonio Gaetano, in arte Rino Gaetano, nacque a Crotone nel 1950. Nel 1960 tutta la famiglia dell’artista si trasferisce a Roma per motivi di lavoro.

I primi amori per la musica

Nonostante un breve periodo vissuto in Umbria, studiando al seminario minore, l’artista visse l’intera sua vita a Roma. Nella città capitolina, i suoi amori sono Celentano, Jannacci, De Andrè, Dylan e Beatles.

L’incontro con De Gregori e Venditti

Iniziato a frequentare il Folkstudio, Rino fa conoscenza con coloro che poi sarebbero diventati dei pilastri della musica italiana, Antonello Venditti e Francesco De Gregori.

Il primo 45 giri

Prodotto da Venditti e altri, il primo 45 esce nel 1973, si chiama I Love You Maryanna. Nonostante ciò l’artista preferì firmarsi sotto lo pseudonimo di Kammamuri’s, come un personaggio salgariano.

Il cielo è sempre più blu, è il vero successo

Nell’estate 1975, Rino Gaetano pubblica il singolo che gli dà notorietà in tutta Italia. Il singolo solo in quell’anno vendette 100.000 copie.

Altri successi

Gli anni a venire segnano altri successi per il cantautore, che pubblica Mio fratello è figlio unico e Aida. Entrambi gli album, contengono l’utilizzo di strumenti nuovi per il panorama musicale italiano, si utilizzano il banjo e il sitar.

Sanremo 1978

Gianna segna il culmine del successo dell’artista. Gianna, per l’epoca rappresenta un tema nuovo e “taboo” per il palco dell’Ariston. Il tema delicato e pesante al tempo stesso della canzone fa guadagnare a Rino critiche e consensi da parte del pubblico italiano, che farà arrivare la canzone terza al festival.

Nuntereggae più

Nuntereggae più segna il momento più critico della carriera di Gaetano. La canzone è una provocazione aperta a un sistema che non funziona come dovrebbe, verginità e castità indotta da un pensiero cattolico troppo incalcato nella cultura italiana, un sistema politico che vive di bugie e di furti legalizati, una mischia politica tra partiti che non porta mai nulla di buono agli italiani. Questo il tema principale della canzone che attirò critiche e buonsensi all’artista.

La morte

Il 2 giugno del 1981 l’auto di Rino, invase la corsia opposta finendo contro un camion che andava in direzione opposta. Il cantautore moriva all’età di soli 31 anni, lasciando un vuoto incolmabile e scrivendo una pagina nera nel panorama della musica italiana. L’unica domanda a distanza di quasi quarant’anni resta sempre e solo una:

Cosa avrebbe potuto regalarci Rino Gaetano se non ci avesse lasciati in quella tragica notte del 2 giugno del 1981 ?

Commenti