“More Heroes” – Riflettori sul Punk: Fugazi

0
827
I Fugazi

“More Heroes” è una rubrica dedicata alla scoperta dei più grandi nomi che hanno fatto la storia del punk, molti dei quali non conosciuti adeguatamente come meriterebbero. Oggi i riflettori sono puntati sui Fugazi.

Leggenda post-hardcore

I Fugazi nascono a Washington nel 1986 per opera di Ian MacKaye, storico frontman dei Minor Threat. A lui s’aggiungono il bassista Joe Lally e il batterista Colin Sears che verrà sostituito definitivamente pochi mesi dopo da Brendan Canty. Nata quindi come trio, la band si stabilizza definitivamente con l’entrata l’anno successivo del chitarrista Guy Picciotto.

Attenendosi alle radici dell’hardcore punk, i Fugazi hanno sviluppato un sound tendente alla sperimentazione musicale fino a raggiungere una contaminazione con il rock alternativo. Sono considerati una band di culto nonché il nome più importante e celebre del post-hardcore. La loro completa indipendenza dal circuito commerciale attraverso la scelta di non vendere merchandising, mantenere il prezzo dei biglietti dei concerti a 5 dollari e dei dischi a 10, l’autoproduzione musicale, i concerti svolti quasi esclusivamente nei centri sociali, ecc, ne hanno fatto dei veri e propri paladini dell’etica D.I.Y (do it yourself.)

Cenni discografici

I Fugazi hanno inciso sei album in studio, una colonna sonora (per il loro documentario del 1999 dal titolo Instrument) e quattro EP, di cui i primi due vennero racchiusi nell’album del 1989 “13 Songs”, di fatto il loro primo LP. L’esordio vero e proprio su album avviene l’anno successivo con “Repeater”, la cui versione in vinile e cassetta contiene i tre brani del terzo EP. Per la critica si tratta di uno degli album più importanti di sempre nella storia del rock e vera e propria pietra miliare del post-hardcore.

La copertina del disco d’esordio dei Fugazi

Nel 1998 l’uscita dell’album dal titolo “End Hits” lasciò credito a speculazioni sulla futura sorte della band. Benché non abbiano mai decretato ufficialmente il loro scioglimento, i Fugazi hanno cessato la loro attività dal 2002.

Nessuna reunion all’orizzonte?

Da ben diciotto anni i Fugazi sono in pausa e a tutt’oggi nessuna prospettiva di reunion si è delineata all’orizzonte. Picciotto, Lally, Canty e MacKaye hanno intrapreso diversi e disparati progetti musicali in vesti di musicisti o produttori.

Nel 2014 questo silenzio viene momentaneamente interrotto con la pubblicazione dell’album “First Demo”, una raccolta di brani in versioni acerbe incisi nel 1988 e che andranno a far parte dei primi lavori del gruppo.

Curiosità

Il nome Fugazi deriva da un acronimo utilizzato ai tempi della guerra in Vietnam dall’esercito degli Stati Uniti.

I dischi della band sono stati rilasciati dalla Dischord Records, l’etichetta gestita da Ian MacKaye e Jeff Nelson, ex batterista dei Minor Threat.

Canzoni consigliate:

Commenti