Megan Thee Stallion – Suga | recensione album di debutto

Meghan Thee Stallion ha appena pubblicato il suo primo album "Suga", progetto rilasciato dopo anni di soli singoli. Ecco la mia recensione del disco.

0
769

Megan Thee Stallion è la nuova frontiera dell’hip-hop al femminile in perfetto stile americano: flow aggressivo con un timbro molto riconoscibile, immagine da “maggiorata” aggressiva e sessualizzata, abilità liriche prorompenti e nessuna paura di lasciarsi andare con termini espliciti nelle sue canzoni. Megan si ispira sia a rapper esplose nello scorso decennio che alle pioniere delle quote rosa dell’hip-hop, sfoggiando un’immagine che ricorda abbastanza le prime ed uno stile musicale che fa invece pensare a dive degli anni ’90 come Eve e Trina. Da questo portentoso mix viene fuori il suo album di debutto “Suga”, un progetto che arriva dopo anni di singoli più o meno fortunati e che costituirà un nuovo inizio per la sua carriera.

Megan per il suo debutto mette in scena un album breve ma intenso, un disco conciso e capace di presentarci con una grande forza quello che è il potenziale di questa artista. “Suga” alterna infatti brani prettamente hip-hop, up tempo deliziosamente old school e molto aggressive sia sul piano musicale che su quello lirico, a pezzi in cui questo stile si fonde con quello tendente un po’ al pop ed un po’ all’R&B che è entrato a far parte del rap femminile soltanto negli ultimi 2 decenni. In questo contesto l’artista sa come farsi aiutare da qualche collaborazione ad effetto: abbiamo ad esempio Kehlani per la quota R&B, o Gunna per portare un po’ di rap maschile nel disco. Sorprende la mancata inclusione di “Hot Girl Summer”, singolo in collaborazione con Nicki Minaj e Ty Dolla Sign pubblicato alcuni mesi fa.

“Suga” mi permette di fare una diagnosi ben precisa di quello che è il potenziale di Megan Thee Stallion: quando si lascia andare un po’ col canto, l’artista non si rivela affatto una cantante brava o convincente, ma quando si tiene stretta il suo ruolo di rapper l’energia che ne deriva è qualcosa di veramente fenomenale. Il flow di Megan Thee Stallion è una ventata d’aria fresca nel rap di oggi, in un mondo hip-hop dove vocette modificate prive di reale spessore la fanno da padrone, ed il modo in cui una voce solida come la sua riesce a cavalcare un beat serve a ricordare a noi tutti cos’è davvero rap e cosa no.

LEGGI ANCHE: Nicki Minaj – Yikes è il nuovo singolo (AUDIO)

Commenti