Marilyn Manson: vuole consegnarsi alla polizia

0
264
Marilyn Manson:

Nel 2019, durante un concerto, Marilyn Manson sputò addosso a un’operatrice video.

Marilyn Manson: quali le novità?

Marilyn Manson avrebbe deciso di consegnarsi alla polizia di Los Angeles. Il mandato di arresto arriva lo scorso maggio, dopo un incidente in New Hampshire. Secondo le accuse, Manson avrebbe sputato addosso a un’operatrice che stava riprendendo una data del tour con Rob Zombie. Il Boston Globe riporta che cantante e forze dell’ordine hanno trovato un accordo. L’avvocato di Manson, Howard King, dichiara a NME: “Per chi ha partecipato a un concerto di Marilyn Manson, non è certo un segreto che gli piaccia provocare sul palco, specialmente di fronte a una camera”. King fa sapere anche che le richieste del videomaker sono ridicole e non supportate da prove concrete.

Marilyn Manson: le dichiarazioni di Howard King

“Tutto è iniziato con una richiesta di risarcimento per più di 35mila dollari da parte di una videomaker dell’evento, perché una piccola quantità di saliva era entrata in contatto con il suo braccio. Dopo aver chiesto la prova di eventuali presunti danni, non abbiamo mai ricevuto una risposta. Ci sembra ridicolo, ma rimaniamo impegnati a collaborare con le autorità, come abbiamo sempre fatto in tutto”. Questo è quello che King, avvocato di Manson, dichiara. Le autorità di Gilford emisero il mandato lo scorso maggio, dopo che Manson non rispose alle accuse presentate contro di lui in quella giurisdizione. Ora il cantante dovrà rispondere di due capi di imputazione e potrebbe essere chiamato in giudizio entro metà agosto.

Le beghe legali

La questione di Gilford non è l’unico procedimento legale che vede protagonista Marilyn Manson. Il cantante deve fare i conti con un altro processo, nel quale lo si accusa di stupro e abuso. Le donne coinvolte sono diverse. Tra queste c’è anche Esmè Bianco, attrice de “Il trono di spade”.

Commenti