Making the Cut 2: anticipazioni 3° e 4° episodio

La seconda stagione di Making the Cut è arrivata alla sua seconda puntata: ecco cos'è successo nel terzo e quarto episodio, incentrati sulla creazione di collezioni da matrimonio.

0
500
Making the Cut 2 programma
Anticipazioni 3°-4° episodio Making the Cut 2.

Dal 16 luglio è ripartita in streaming su Amazon Prime Video Making the Cut 2, la trasmissione sulla moda che si basa sulla competizione tra dieci designer provenienti da tutto il mondo. Anche quest’anno la conduzione e il compito di giudicare le varie creazioni dei concorrenti sono affidati alla supermodella tedesca Heidi Klum e allo stilista statunitense Tim Gunn. In questi giorni è disponibile la seconda puntata dello show: vediamo quali sono le anticipazioni del 3° e 4° episodio.

Nel 3° episodio di Making the Cut 2, i due conduttori Klum e Gunn hanno chiesto agli stilisti in gara di realizzare una collezione da sposa formata da tre modelli. I primi due dovevano essere per una sfilata d’alta moda, mentre il terzo una versione più accessibile e pratica. In questa circostanza, è stato chiesto ai concorrenti di lavorare in coppia.

Il vincitore del primo episodio, Gary Graham, è stato associato alla collega di origine polacca Raf Swiader, mentre il trionfatore del secondo episodio, Joshua Scacheri, ha collaborato con la parigina Lucie Brochard. Il colombiano Andrea Salazar è stato abbinato a Olivia OBlanc di New Orleans, mentre Ally Ferguson di Los Angeles ad Andrea Pitter di Brooklyn.

Spoiler seconda puntata Making the Cut 2

Il favorito per la vittoria del 3° episodio di Making the Cut 2 era Pitter, essendo specializzato nella creazione di abiti da sposa. In effetti, la sua collezione ha ben impressionato fin da subito: un abito bianco simile ad uno smoking e un altro modello che, da classico, si poteva poi trasformare in una sensuale tutina con piume. Tuttavia, siccome quando due stilisti collaborano è necessario che creino e lavorino in team, Klum e gli altri giudici del programma di Amazon Prime Video, Jeremy Scott e Winnie Harlow, hanno considerato troppo “personale” la collezione di Pitter, poiché si vedeva prevalentemente la sua mano ma non quella di Ferguson.

La giuria ha quindi preferito premiare la coppia formata da Brochard e Scacheri. Brochard ha proposto un abito da sposa rigorosamente in bianco con gonna ampia. Invece Scacheri si è concentrata su un modello da uomo in stile principe Disney, con giacca doppiopetto in blu vivace, camicia abbinata ai pantaloni bianchi con banda laterale blu.

Il 4° episodio di Making the Cut 2 è rimasto sul tema del matrimonio. In questo caso, però, i designer hanno dovuto presentare dei look da nozze organizzate in poco tempo. Tim Gunn ha spiegato che i concorrenti avrebbero dovuto realizzare tre diversi outfit originali, senza alcuna imitazione.

Ferguson e OBlanc hanno avuto un giorno di tempo per portare a termine il compito, avvalendosi del supporto dei colleghi che avrebbero fatto da modelli per loro. Il Team Olivia comprendeva Graham, Scacheri e Salazar, mentre il Team Ally annoverava tra le sue fila Pitter, Swiader e Brochard.

Il piccolo Yeti: il film approda su Amazon Prime Video

OBlanc ha puntato tutto sul denim, mentre Ferguson, rifacendosi al suo brand minimalista di Los Angeles, ha optato per degli abiti da cerimonia “veloce” con richiami orientali. La decisione dei giudici è stata spiazzante: siccome nessuno dei due concorrenti aveva messo in risalto le caratteristiche fondamentali delle rispettive etichette, hanno preferito esimersi dal nominare un vincitore perché né OBlanc e nemmeno Ferguson sono riusciti a rispondere appieno alle richieste iniziali della sfida.

Commenti