Madonna e Mariah Carey escluse dai Grammys per via di brogli?

Madonna e Mariah Carey sono state fra le esclusioni più eclatanti dei Grammy 2020, e una persona molto importante ha sollevato una grande polemica sulla vicenda.

0
1657

Apochissimi giorni dai Grammy Awards 2020 è arrivata una polemica davvero pesante sullo show. Artefice di tutto l’ornai ex CEO della sezione musicale degli Academy, Deborah Dugan, sospesa dal suo incarico in circostanze molto nebulose. A sospensione ricevuta, la donna ha dichiarato di aver ricevuto molestie sul posto di lavoro, dando vita per la prima volta nella storia ad una polemica del genere nel corso degli Academy. In queste ore, inoltre, la Dugan ha rincarato la dose denunciamdo degli brogli avvenuti per quanto riguarda le nomination. Tali brogli riguarderebbero due grandi leggende della musica completamente (o quasi) snobbate da questa edizione dei Grammy: Madonna e Mariah Carey.

Madonna e Mariah private di una meritata nomination?

Secondo quanto dichiarato da Deborah Dugan, infatti, gli ultimi album di Madonna e Mariah (rispettivamente “Madame X” e “Caution”) avevano ottenuto un numero di voti sufficienti per essere nomimati come “album dell’anno”, ma ciononostante le nomination ufficiali alla fine hanno incluso altri due album che avevano ricevuto meno voti da parte della commissione incararicata. I nomi degli album e degli artisti che hanno ricevuto meno voti ma sono entrati comunque nella rosa dei nominati non sono stati rivelati dall’ex CEO, probabilmente per evitare una querela dai diretti interessati o dalle relative case discografiche, e allo stesso modo Madonna e Mariah non hanno ancora commentato la vicenda. Le parole di una persona appena sospesa dal suo incarico vanno chiaramente prese con le pinze, ma sicuramente questa dichiarazione farà parecchio rumore in USA.

Quel che è certo è che le nomination dei Grammys 2020 sono a dir poco desolanti, per motivi su cui mi sono già fortemente dilungato QUI. Che determinate case discografiche possano aver pilotato il tutto per dare rilevanza ad artisti cui stanno puntando attualmente è possibile, come del resto lo è per ogni altra manifestazione analoga. Ciò che rimane, a questo punto, sono le performance variegate e di qualità che gli “award shows” americani continuano ad offrirci nonostante tutto, e che ormai costituiscono la principale attrattiva anche per un evento prestigioso e blasonato come i Grammys.

Commenti