Machine Gun Kelly – Stay Away e Bloody Valentine sono i nuovi singoli

Machine Gun Kelly ha appena pubblicato i nuovi singoli "Go Away" e "Bloody Valentine", entrambi improntati sul suo lato rock.

0
909

Machine Gun Kelly è sicuramente uno dei pochi anelli di congiunzione attualmente operativi fra due generi completamente diversi fra di loro, ma che ciononostante riescono a trovare dei collegamenti un po’ in tutte le generazioni di artisti: l’hip-hop ed il pop-rock. Il rapper, cantante ed attore ha infatti puntato a piu riprese anche sulla musica rock-pop nonostante i suoi lavori più popolari rimangano quelli in ambito hip-hop, e tuttora continua a dividersi su ambo i fronti alternando brani totalmente da rapper a esperienze da cantante rock. Nelle ultime due settimane, l’artista ha deciso di concentrarsi in tutto su questo secondo aspetto pubblicando due brani che non hanno nulla a che vedere con il rap: “Stay Away” e “Bloody Valentine”.

Sebbene “Stay Away” sia una collaborazione con MODO SUD e Goody Grace mentre invece “Bloody Valentine” è un singolo da solista, è innegabili che i due brani siano stati rilasciati uno dopo l’altro con un’ottica comune, con la precisa intenzione di portare avanti questo lato di MGK in questo particolare periodo. L’artista si destreggia con potenza fra strumenti reali ed un accenno di sintetico presente soltanto in “Stay Away”, ed il suo strumento potente e grintoso riesce a trasmettere emozioni forti mentre interpreta i testi dei due brani. Lo strumento di MGK risulta decisamente funzionale in qualsiasi tipo di up tempo, in ogni contesto in cui si possa trasmettere grinta o comunque un’emozione decisa, e queste due tracce confermano il suo immenso potenziale in uno stile musicale in cui attualmente non c’è quasi alcuna concorrenza.

Cosa verrà dopo Stay Away e Bloody Valentine

Dall’ultimo album di Machine Gun Kelly è passato decisamente poco tempo, tuttavia il fatto che l’artista stia premendo particolarmente su questo stile con due pubblicazioni così ravvicinate lascia pensare ad una possibile intenzione di rilasciare qualcosa di totalmente incentrato su questo lato della sua produzione artistica. Vedremo se ciò si concretizzerà in un album o qualcosa di simile o se questo exploit rock di MGK si fermerà qui, ma una cosa è certa: come rocker l’artista potrebbe funzionare perfettamente.

LEGGI ANCHE: RECENSIONE DI HOTEL DIABLO, L’ULTIMO SINGOLO DELL’ARTISTA

Commenti