Mac Davis, chi era il cantautore morto a 78 anni

Il leggendario cantautore country era dietro diversi successi di Elvis Presleyv

0
293
Mac Davis

Il leggendario cantante, collaboratore di Elvis Presley e compositore country Mac Davis è morto all’età di 78 anni. La notizia arriva giorni dopo che la famiglia di Davis ha annunciato che il musicista era “gravemente malato” dopo aver subito un intervento al cuore a Nashville.

Tutte le canzoni di Mac Davis

Il nativo texano è nato a Lubbock nel 1942 e è diventato famoso lavorando come autore di canzoni per Elvis Presley nel 1969. Davis è dietro i testi di alcuni dei brani più memorabili di Presley come “In the Ghetto”, “Memories”, “Don’t Cry Daddy” e il suo successo postumo “A Little Less Conversation”.

Il catalogo di canzoni di Davis include anche “Everything a Man Could Ever Need” di Glen Campbell e “Something’s Burning” interpretati da Kenny Rogers e la prima edizione.

Sebbene sia conosciuto principalmente come autore di canzoni, Davis è diventato anche un importante cantante country. Ha ottenuto una nomination ai Grammy con la sua canzone del 1972 “Baby Don’t Get Hooked On Me”.

Nella sua vita, l’artista di musica country ha ricevuto riconoscimenti in tutto il mondo per il suo contributo alla musica. È stato nominato Entertainer of the Year dell’Academy of Country Music nel 1974 e ha ricevuto una stella sulla Hollywood Walk of Fame nel 1998.

Davis ha anche avuto un modesto successo in televisione, con la sua serie di varietà The Mac Davis Show sulla NBC dal 1974 al 1976. Di recente, nel 2019, è apparso in un episodio della docuserie Netflix Dolly Parton’s Heartstrings. Nel 2000, Davis è stato ammesso alla Nashville Songwriters Hall of Fame prima di entrare nella National Songwriters Hall of Fame nel 2006.

Commenti