Liberi di Danti, Raf e Fabio Rovazzi | Il nuovo singolo

0
890
liberi di danti raf e fabio rovazzi

Si intitola Liberi il nuovo singolo di Danti, Raf e Fabio Rovazzi, pubbicato ieri 26 giugno 2020.

Un trio sicuramente insolito che ha dato vita a un brano che tenta di descrivere lo stato d’animo di un’estate anomale, in cui la libertà sembra limitata, anche se la canzone non è stata scritta solo in riferimento alla situazione attuale.

Sicuramente Liberi di Danti è particolare. Per chi come me è cresciuta ascoltando cosa resterà di questi anni ’80, sentire Raf cantare di fianco a un rapper.

Potrebbe diventare un tormentone estivo? Non credo, ma potrebbe anche sopravvivere all’estate. Diciamo che non è una canzone facile.

Liberi di Danti, Raf e Fabio Rovazzi

Testo di Liberi di Danti, Raf e Fabio Rovazzi

Due anelli formano un otto preciso
Come si divide l’infinito
E tu mi manchi come la musica house
Non trovo pace nel mio caos

E’ un altro mare, è un’altra estate, è un altro viaggio, un altro volo
L’insostenibile leggerezza dell’essere solo
Ho rischiato di perderti in mezzo alla sabbia
Ho rischiato di perdermi

Ma quanta rabbia, quanta rabbia che mi fa, fa, fa
Siamo superstiti
Ma dimmi tu, ma dimmi tu come si fa?
Ad essere liberi

Senza pensare al resto
Cantando in auto vecchie canzoni
Sbagliando il testo
Lascio guidare le emozioni
Dimmi come si fa
Ad essere liberi
Dimmi come si fa

Ho visto troppa gente andare fuori
Ma di sicuro non per fare festa
Meglio vivere senza colori
Se chi li vede è cieco e poi va fuori di testa
Non respiro, non vi sento
Con la musica da spiaggia non mi state convincendo
Ma quale hit estiva
Non la faccio mica
Cancello tutto e tutti tengo il tempo con due dita

Passo tutta notte a guardarti
Sono Dante, Instagram e l’Inferno
Le tue foto sanno incendiarmi
E mi abbronzo guardando lo schermo
Cuore rotto un otto zero otto
Come cani love love down
Sono a casa e in ogni posto tu sei la mia house

E’ un altro mare, è un’altra estate, è un altro viaggio, un altro volo
L’insostenibile leggerezza dell’essere solo
Ho rischiato di perderti in mezzo alla sabbia
Ho rischiato di perdermi

Ma quanta rabbia, quanta rabbia che mi fa, fa, fa
Siamo superstiti
Ma dimmi tu, ma dimmi tu come si fa?
Ad essere liberi

Senza pensare al resto
Cantando in auto vecchie canzoni
Sbagliando il testo
Lascio guidare le emozioni
Dimmi come si fa
Ad essere liberi
Dimmi come si fa, fa, fa

Dimmi tu ma dimmi tu come si fa
Ad essere liberi
Dimmi come si fa

Commenti