Le serie tv che ci hanno fatto impazzire a cavallo del 2000

1
1095
Friends
Friends

Ecco alcune delle serie tv che hanno fatto impazzire il pubblico tra gli anni ’90 e 2000. Da Willy, il principe di Bel Air fino ai più recenti The O.C. e How I Met Your Mother.

Willy, il principe di Bel Air (1990-1996)

Anche se si è conclusa alcuni anni prima dell’arrivo del nuovo secolo, la sitcom che ha contribuito in notevole misura sulla fama di Will Smith non può non rientrare nella lista delle serie che probabilmente hanno segnato la nostra vita. Con una delle sigle più belle e iconiche di tutti i tempi, il telefilm racconta le avventure di Willy, lo svitato ragazzo di Philadelphia spedito a casa dei ricchi zii di Los Angeles, e dei cugini Hilary, Carlton e Ashley. Secondo un articolo di Vanity Fair dello scorso ottobre, pare che stia girando la possibilità di un ritorno della famiglia Banks con uno spin-off della serie degli anni ’90.

Beverly Hills 90210 (1990-2000)

Un anno fa se ne andava Luke Perry, la star che interpretò l’indimenticabile Dylan di Beverly Hills 90210. A fine 2019 poi, la notizia che la seconda stagione del revival non sarebbe andata in onda, nonostante il grande numero di ascolti della prima stagione. La serie, nata dall’idea di Aaron Spelling, era già stata ricreata con una quarta serie, una sorta di sequel, chiamata 90210 e andata in onda dal 2008 al 2013. Per tutti gli anni ’90 Brenda, Brandon, Dylan, Kelly, Donna (Tori Spelling, figlia di Aaron), Steve, David e Andrea hanno ricreato i problemi tipici degli adolescenti di quel tempo anticipanto i più grandi teen drama della televisione. La serie si sarebbe dovuta chiamare “Potomac 20854”, la città natale dell’autore della serie, nel Maryland.

Beverly Hills 90210

Friends (1994-2004)

Una storia durata dieci anni quella tra Rachel, Monica, Phoebe, Joey, Chandler e Ross. Dieci lunghe stagioni vissute tra due piccoli appartamenti a New York e il divano arancione di Central Perk. Da poco c’è stata anche una reunion tra i sei amici che hanno fatto divertire generazioni intere, da genitori a figli che si sono immedesimati nelle vite dei fratelli Geller e dei loro amici. Tra intrighi amorosi, coppie che nascono e che poco dopo si lasciano, relazioni tenute nascoste come quella tra Rachel e Joey, o altre più durature come Monica e Chandler. In Friends si condivide tutto: gioie, amori, ansie e dolori, in un alternarsi di situazioni tragicomiche e momenti più seri. Il telefilm è stato senza alcun dubbio una delle serie più seguite negli Stati Uniti, e non solo, diventando la comedy più famosa degli anni Novanta.

Xena principessa guerriera (1995-2001)

Xena, la rappresentazione della donna forte, indipendente, audace, come solo una guerriera può esserlo. La serie, un fantasy mitologico, era in realtà uno spin-off del telefilm di Hercules. Ambientato nell’antica grecia, racconta le avventure di una giovane della guerra che viaggia in compagnia della sua migliore amica Olimpia per redimere i propri peccati. La serie riporta i nomi delle varie mitologie di tutto il mondo, addantandoli alla propria trama. Oggi, si può trovare il costume utilizzato da Xena al Museo Smithsonian a Washington.

Xena, principessa guerriera

Sabrina, vita da strega (1996-2003)

Sabrina, vita da strega è una serie americana basata sui fumetti di Archie Comics. Oltre al telefilm inizialmente sono stati girati anche dei cartoni animati, tra cui l’omonimo Sabrina vita da strega. Nel 2018 Netflix ha annunciato l’uscita di una nuova sere TV, in chiave più horror, dal titolo “Le terrificanti avventure di Sabrina“. Il telefilm del 1996 invece, racconta le vicende di una liceale in cui era semplice identificarsi. Storie d’amore, famiglia imperfetta, storia complicata, problemi tipici dell’adolescenza, con un unico dettaglio: Sabrina è una strega. Un segreto che la ragazza scoprirà solo durante il suo sedicesimo compleanno quando le due zie, con le quali vive, decidono di rivelarle la verità sulla sua famiglia. Al di fuori della magia, Sabrina vita da strega ha tutti gli elementi tipici delle serie high school in perfetto stile americano, con dialoghi divertenti, giochi di parole tradotti alla perfezione anche in italiano e un gatto parlante, Salem, che aggiunge umorismo alla serie.

Sabrina, vita da strega

Dawson’s Creek (1998-2003)

Una delle serie teen che ha maggiormente segnato generazioni di ragazze innamorate degli intrecci amorosi tra Dawson, Joey, Pacey e Jen. Una storia iniziata nel 1998 e conclusasi nel 2003 e caratterizzata da numerose storie d’amore, amicizie, crisi identitarie e problemi familiari. Creata da Kevin Williamson, la serie conta sei stagioni e 128 episodi, riscontrando un enorme successo tra il pubblico. Dawson, aspirante regista e sognatore romantico, scopre di essere innamorato della sua amica d’infanzia Joey. A questi si aggiungono Jen, una ragazza di città trasferitasi a Capeside per cambiare vita, e Pacey, figlio del capo della Polizia e migliore amico di Dawson. Le storie sentimentali dei ragazzi si intrecceranno in una tipica serie teen americana dove non è mai detta l’ultima parola e dove una nuova storia è sempre dietro l’angolo.

Streghe (1998-2006)

“Il potere del trio” è andato in onda dal 1998 al 2006. La storia di queste tre sorelle streghe (Phoebe, Prue e Piper, a partire dalla quarta stagione si aggiungerà anche Paige) si allontana da tutto ciò che di teen abbiamo raccontato fino ad ora. Le sorelle Halliwell vivono in una casa ereditata dalla nonna nella cui soffitta, Phoebe scopre un libro di stregoneria: il Libro delle Ombre. Alle numerose battaglie contro il Male, che si prenderà anche una delle tre, si alternano normali frammenti di vita quotidiana e intrecci amorosi.

Streghe

The O.C. (2003-2007)

Nata da un’idea di Josh Swartz, il teen drama è andato in onda nel 2003 per un totale di 92 episodi divisi in 4 stagioni. La storia tormentata e dannata di questi ricchi figli di papà ha riempito di lacrime, risate e riflessioni la vita degli adolescenti di inizio secolo. Dopo tre stagioni e un’ultima creata solo per coprire il buco lasciato dall’addio di Marissa, i fan del quartetto di Orange Country sono rimasti con l’amaro in bocca, dovuto forse dalla veloce necessità di mettere la parola fine nel capitolo della serie tv.

One Tree Hill (2003-2012)

Tra le serie di inizio 2000 è forse la meno sconosciuta. Eppure, One Tree Hill è andata in onda per nove anni trasmessa dalla The WB. La serie era ambientata nella cittadina di Tree Hill in Carolina del Nord e racconta le vite dei due fratellastri Lucas Scott e Nathan Scott e delle loro vite tra basket, donne, famiglia e litigi vari. Dopo le prime stagioni ambientate duranti gli ultimi anni del liceo, a partire dalla quinta stagione la narrazione salta nel futuro raccontado la vita post-college per altre quattro stagioni.

One Tree Hill

Lost (2004-2010)

Di un anno più vecchio di The O.C., Lost vanta 114 puntate sparse in sei stagioni. Una serie visionaria, avvolta dal mistero e dall’avventura, nata dalla mente di JJ Abrams. Operativa fino al 2010, ha avuto un impatto culturale fondamentale nella storia televisiva americana e non solo, ridefinendo i parametri della serialità. Ancora oggi Lost riesce ad attirare sempre nuovi spettatori curiosi di scoprire cosa si insinui all’interno di quella misteriosa isola del Pacifico su cui si è schiantato l’aereo di linea su cui viaggiavano i protagonisti.

Lost

How I met your mother (2005-2014)

Insieme a Scrubs è una delle serie che più di tutte hanno segnato i nostri pomeriggi nel corso degli anni 2000. La sitcom statunitense vanta nove stagioni e più di duecenti episodi centrati tutti intorno ad un unico obiettivo: scoprire chi sarà la futura moglie di Ted Mosby. Con questa scusa alla base della narrazione – ogni episodio inizia col racconto di Ted ai propri figli – HIMYM racconta l’amicizia tra lui, Marshall, Robin, Barney e Lily mentre si raccontano aneddoti intorno al tavolo del MacLaren’s Pub, a New York, una versione più moderna e rinnovata del Central Perk di Friends.

Commenti