Le nuove canzoni di Stevie Wonder

0
1753

Le nuove canzoni di Stevie Wonder sono le prime dopo quattro anni e un’anticipazione del nuovo album, dopo quindici anni dall’ultima pubblicazione. Parlando a una conferenza stampa in diretta streaming, Wonder ha annunciato due brani: Where Is Our Love Song, con il quattro volte vincitore del Grammy Gary Clark Jr alla chitarra, e Can’t Put It In the Hands of Fate, con i rapper Busta Rhymes, Rapsody , Cordae e Chika. Ha anche proposto un nuovo EP contenente le canzoni, in vista di un “nuovo progetto” chiamato Through the Eyes of Wonder, con “molte canzoni” già scritte per quest’ultimo.

Le nuove canzoni di Stevie Wonder

I due nuovi brani segnano un ritorno per il musicista alle opere più politiche come erano all’inizio della sua carriera, come Front Line del 1982, sulla guerra del Vietnam e Happy Birthday degli anni ’80, che ha contribuito a rendere il giorno di nascita di Martin Luther King Jr una festa nazionale degli Stati Uniti.

Can’t Put It in the Hands of Fate, che Wonder ha detto che originariamente era iniziata come una canzone d’amore per ragazzi e ragazze, è una traccia funk socialmente consapevole, guidata da un classico riff di armonica alla Wonder (che ricorda in qualche modo la hit del 1976 I Wish) .

Wonder ha detto che era una risposta al “razzismo sistemico … ogni giovane dice che queste cose qui sono inaccettabili. Non possiamo essere un popolo unito del mondo e avere questa follia … Il cambiamento è proprio ora – non possiamo metterlo nelle mani del destino”. Wonder ha chiesto “un’espiazione, non solo per un paio d’anni, ma almeno da tre a cinque anni – non possiamo ignorare e agire come se le cose in questa nazione non fossero accadute … Non possiamo cancellarli dai libri di storia. 1619, è successo. La tratta degli schiavi è avvenuta, la ricostruzione è avvenuta, 150 milioni di neri sono morti, è successo. L’unico modo in cui penso che possiamo risolverlo è attraverso il nostro amore e rispetto. “

Where Is Our Love Song

In Where Is Our Love Song, che ha iniziato a scrivere a 18 anni e su cui è tornato di recente, canta “parole di speranza disperatamente necessarie … Non il tipo di speranza che lascia indietro alcuni di noi / Ma il tipo di speranza che solleva tutto umanità. “
Ha detto che questa canzone è nata da “tutta la confusione, tutto l’odio, l’est contro l’ovest, la sinistra contro la destra: un crepacuore … molta confusione“. Tutti i proventi derivati da questo brano andranno all’organizzazione benefica Feeding America per fornire aiuto durante la pandemia di coronavirus. “Siamo in un mondo in cui non siamo mai stati prima, quindi se posso fare qualcosa per usare il dono di saper cantare per aiutare a nutrire le persone, per mostrare il mio amore … è la mia gioia.” Ha consigliato alle persone di indossare maschere per proteggersi dal virus. Ha aggiunto che ha intenzione di stabilirsi in Ghana, anche se non ha approfondito ulteriormente.


Isn’t She Lovely di Stevie Wonder, ovvero come la gioia di diventare padre possa essere spiegata solo con la musica


Stevie Wonder – Una nuova etichetta

Ha anche annunciato la creazione di una nuova etichetta, So What the Fuss Music, distribuita e commercializzata dalla filiale della Universal Republic. Wonder, 70 anni, ha subito un trapianto di rene a dicembre 2019, ma ha detto: “Mi sento benissimo, la mia voce è fantastica. Dico a mia figlia Aisha: “Avrò cinque anni meno di te” … mi sento sui 40 in questo momento.” Il suo singolo precedente era Faith del 2016, con Ariana Grande, mentre il suo album precedente era A Time to Love nel 2005. Nell’ultimo decennio ha contribuito a brani di artisti vari come Travis Scott, Celine Dion, Drake e Barbra Streisand

Commenti