Le Colline Hanno Gli Occhi – le differenze fra remake e originale

"Le Colline Hanno Gli Occhi" di Alexander Aja torna per l'ennesima volta in TV. Ma quali sono le differenze fra questo film e l'originale di Wes Craven?

0
992

“Le Colline Hanno Gli Occhi” è un film horror del 2006, remake del grande classico del 1977.Il film è diretto e sceneggiato da Alexander Aja, mentre la produzione è curata direttamente dal regista dell’opera originale Wes Craven. Il cast include: Aaron Stanford, Emilie De Ravin, Dan Byrd, Ted Levine, Kathleen ed altri interpreti. Il film è stato un ottimo successo commerciale, incassando 70 milioni di collari al fronte di un budget di 15 milioni. Il successo dell’opera ne ha portato un sequel girato tuttavia da un altro regista, che non ha ottenuto gli stessi risultati di questo primo capitolo. CLICCA QUI PER LEGGERE LA NOSTRA RECENSIONE DEL FILM.

TRAMA: Una famiglia parte per un viaggio durante il quale deve attraversare il deserto di San Diego. Durante il viaggio, tuttavia, la famiglia viene assalita da un gruppo di minatori che si sono trasformati in cannibali mutanti dopo una serie di esperimenti nucleari. In una continua lotta per la sopravvivenza contro questi mostri, anche coloro che un tempo erano i buoni iniziano a diventare sempre più animaleschi, somigliando sempre di più ai mutanti che li stanno massacrando. Riusciranno a sopravvivere…

Le Colline Hanno Gli Occhi – differenze fra i film

La trama dei due film, come quasi sempre avviene per i remake, è molto molto simile: Alexander Aja ha intinto il film completamente nel proprio stile ma non lo ha per niente snaturato dei messaggi di Craven, anzi. Ciò che cambia va forse ancora maggiormente nella direzione intesa ai tempi dai Craven: i messaggi politici che nel precedente film erano semplicemente fra le righe qui vengono spiattellati in tutta la loro cruenza, resi espliciti affinché qualsiasi spettatore sappia coglierli. Non cambiano dunque le vicende o le ambientazioni ma il modo di raccontare, quello che viene detto o taciuto, l’atteggiamento che i protagonisti hanno in momenti brevi ma significativi mentre si tramutano in parte di un orrore più grande di loro.

Ancora più di Wes, Alexander vuole spingere lo spettatore a riflettere su come una società piena di barbarie possa cancellare ciò che c’è di buono al suo interno, come le tragedie possano risvegliare istinti animaleschi che sarebbe meglio sopire: la violenza è qui più che mai più una metafora che il fulcro reale dell’opera, mentre nell’originale non era dato modo di riflettere più di tanto su quanto si guardava. Del resto è probabilmente per questo che Wes Craven stesso ha partecipato alla produzione del film: il cinema horror del 2006 può attingere a budget diversi rispetto a quello del ’77, e sicuramente vedere le sue idee sottolineate con maggiore forza rispetto a quanto lui stesso aveva potuto avrà fatto piacere allo storico regista.

Come guardarlo

“Le Colline Hanno Gli Occhi” andrà in onda stasera, 13 maggio 2020, in prima serata su RAI 4. Di seguito il trailer e come seguirlo in streaming.

LEGGI ANCHE: RECENSIONE DI VERONICA, UN FILM TRATTO DA UNA STORIA VERA

Commenti