Lana Del Rey vola in classifica nel Regno Unito

0
276

Il nuovo album di Lana Del Rey, Chemtrails Over The Country Club, ha appena due giorni di vita ma sta già scalando le classifiche. Vediamo meglio di cosa si tratta.

Lana Del Rey, un successo inarrestabile?

L’esordio di Lana Del Rey risale all’ormai lontano 2012, con l’album Born to Die. Un disco che nascondeva una storia personale difficile, fatta di incertezze e demoni riversati nei suoi testi, particolari come lei. Ciò che da allora l’aveva contraddistinta erano le canzoni lente e quasi teatrali, corredate da videoclip dalle atmosfere cupe e tragiche. Al primo album ne hanno fatto seguito altri: Ultraviolence (2014), Honeymoon (2015), Lust for life (2017) e Norman Fucking Rockwell (2019). E quest’anno Lana Del Rey ritorna con l’ultimo, Chemtrails Over The Country Club.


Flowers for vases/descansos Hayley Williams diventa indie


Chemtrails Over The Country Club

Scritto interamente dalla stessa artista e da Jack Antonoff, include undici tracce, e tra queste due featuring. Si tratta della cover di un brano di Joni Mitchell, For Free, in collaborazione con Zella Day e Weyes Blood, e di Breaking Up Slowly, con Nikki Lane. Nonostante sia appena uscito, i risultati sono già notevoli.

Lana Del Rey in cima alle classifiche

L’album è sulla buona strada per essere il miglior risultato raggiunto da Lana Del Rey nel corso della sua carriera, almeno dai tempi di Ultraviolence. Con quattro dei suoi dischi era già riuscita a posizionarsi in vetta alla classifica degli album nel Regno Unito: con Born To Die, Lust for Life e Norman Fucking Rockwell, oltre che appunto Ultraviolence. E se l’esordio è questo, promette di essere un successo ancora maggiore.

Commenti