“La vita è adesso” di Baglioni: un album giovane 35 anni

L'uscita il 9 giugno 1985 dell'album di Baglioni che ha segnato un'epoca

0
1872

35 anni fa Claudio Baglioni si riproponeva alla ribalta della musica italiana con un album dal forte impatto emotivo e dal timbro canoro inconfondibile: “La vita è adesso”

Titolo singolare, che lascia già preludere al messaggio che attraversa l’intero album e che, nella sua omonima canzone principale, viene accentuato.

“La vita è adesso” nel senso, quindi, che la vita va vissuta nel momento presente, senza avere in futuro rimpianti per ciò che si sarebbe potuto fare e non si è fatto.

Cogliere l’attimo, quindi, per viverlo fino in fondo, come un treno che fa una fermata per poi ripartire senza ripassare di lì.

Un inno alla vita vissuta fino in fondo, ma con semplicità, con le occasioni quotidiane, fatte di piccoli gesti.

Testo malinconico, lo si potrebbe considerare, che si pone molte domande sul senso della vita, ma che comunque spinge ad assaporare fino in fondo le occasioni che capitano, senza sottovalutare nulla.

In fondo il messaggio vuole essere quello che il mondo in cui si vive è più bello delle iniquità che vi si celano, nel tentativo, cioè, di vedere più ciò che funziona e che merita di essere vissuto rispetto a ciò che non va e che lascia solo amarezza.

Si trattò di un grande successo di Claudio Baglioni: oltre 4 milioni di copie vendute, ancora oggi uno degli album più venduti in Italia.

Rimase primo in classifica per ben 27 settimane e il tour che partì per presentare l’album accolse oltre un milione e centomila persone.

Singolare è pensare come l’album attraversi lo scorrere del tempo in una sola giornata, dal mattino alzandosi da letto, fino al tramonto.

Scritto su una terrazza di un bar di Roma da Baglioni, nel gioco di parole del titolo “La vita è adesso, il sogno è sempre” percorre questo dualismo tra realtà che di tanto in tanto si amalgama e sfuma nel sogno di una vita diversa.

Ma poi ritorna alla consapevolezza che “la vita è adesso nel vecchio albergo della terra” e così va vissuta.

Commenti