“La Verona di Dante” raccontata da Claudio Santamaria

0
365

Verona nel 2021 si prepara a stupirci come mai prima. Per tutti i misteri che racchiude sul più grande poeta italiano di tutti i tempi, Dante Alighieri. Il “ghibellin fuggiasco” viene raccontato in maniera inedita da Francesca Barra e Claudio Santamaria protagonisti di La Verona di Dante. I due sposi ci porteranno in un viaggio, in video, lungo le strade di Verona per scoprire i luoghi dove il poeta ha lasciato la sua impronta.


Chi è Claudio Santamaria


Cosa ci racconta Claudio Santamaria nella Verona di Dante ?

Sono passati 700 anni da quando il sommo Dante Alighieri si rifugiò nella bella Verona. Pochi sono i riferimenti documentali che lasciano traccia scritta del poeta, mentre molti di più sono quelli visivi presenti nella città. Con una caccia al tesoro i due protagonisti del medio-metraggio ci mostrano i luoghi nascosti della Città dove troviamo traccia indelebile del Poeta. l’attore attraversa la città alla ricerca della sua Beatrice seguendo gli indizi che lei ha disseminato per le vie, i palazzi e le piazze. Nel far questo riceverà aiutati da “Virigili improvvisati” che saranno i passanti o Veronesi veri e propri che vivono in quella che per 7 anni è stata la città rifugio per Dante. A dirigere il medio-metraggio troviamo Fabrizio Arcuri con la penna invece di Ginevra Lamberti.

Altri appuntamenti Danteschi proposti dal comune di Verona

Verona ci proporrà altri due interessanti appuntamenti per farci conoscere il poeta fiorentino. Non più solo sui libri ma anche dal vivo, nel respiro della città regno anche di Romeo e Giulietta. Questi sono i due prossimi appuntamenti fissati: Dante’s Box – Voci e suoni dalla Divina Commedia (18 dicembre 2020-19 marzo 2021). il Convegno internazionale: Dante fra antico e moderno (Verona, 17-22 maggio 2021). Il comune ci fa sapere che sono anche possibili visite private nella suggestiva e romantica città. Non basta quindi che prenotarsi e aspettare il proprio turno per vivere qualche ora nella Verona del 1321.

Commenti